SCHIANTO FATALE LECCO BALLABIO
NEL QUALE MORÌ ALEX CRIPPA:
INDAGATO L’AMICO ALLA GUIDA

LECCO – Alla guida della macchina sulla quale è morto Alex Crippa la notte tra sabato 22 e domenica 23 giugno mentre percorreva la vecchia Lecco-Ballabio c’era l’amico Nicola Gallo, 21 anni compiuti da poco.

Inizialmente gli agenti della polizia stradale non erano riusciti a stabilire con certezza chi si trovasse alla guida del veicolo. Ma è stato proprio Nicola, una volta ristabilitosi, a dire che si trovava al volante dell’auto. Secondo gli esami del sangue, Nicola era risultato positivo all’alcol test: non era ubriaco, ma essendo neopatentato non avrebbe dovuto bere neanche pochissimo alcol prima di mettersi alla guida. E adesso Nicola, denunciato d’ufficio dopo gli accertamenti degli agenti, risulta indagato per omicidio stradale. Il giovane, oltre alla perdita della patente, in caso di condanna rischia da 5 a 10 anni di carcere.

Secondo le ricostruzioni della polizia Nicola avrebbe perso il controllo dell’auto, che si è successivamente ribaltata. L’amico Alex, in condizioni disperate, era morto dopo 36 ore e i genitori avevano acconsentito alla donazione degli organi.

Pubblicato in: Città, Valsassina, Nera Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati