40 GIORNI DI CARCERE E CONFISCA
DEI FUCILI: CONDANNATO IL 45ENNE
CHE SPARAVA AL CANE ARTÙ

LECCO – La vicenda risale al mese di dicembre dello scorso anno quando Artù, bell’esemplare di pastore tedesco residente nei pressi di via Cinturino con la sua famiglia, riceve una serie di colpi di fucile (pallini di piombo) da un vicino di casa, il 45enne G. B. – originario di Lecco ma con una seconda abitazione a Ballabio.

“Motivo”, secondo lo sparatore, il fatto che Artù abbaiava…

> L’ARTICOLO COMPLETO su

 

Pubblicato in: Ballabio, Nera Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati