VOTI E ATTIVITÀ PARLAMENTARE:
FRAGOMELI E ARRIGONI AL TOP,
M.V. BRAMBILLA “UN PUNTO” SU 220

LECCO – Estate è tempo di vacanze: in questo periodo più del resto dell’anno c’è chi vorrebbe assentarsi dal lavoro e staccare un po’ dalla routine. Il tema assenteismo è tornato all’ordine del giorno grazie al Corriere della Sera che ha raccontato la storia del deputato pentastellato Andrea Mura, il quale, quando gli viene fatto notare il suo 96% di assenze, si dice impegnato nel combattere in mare il problema delle microplastiche.

Il sito Openpolis monitora l’attività dei nostri parlamentari e capita di trovare qualcuno che, forse, tra i banchi del Parlamento va ben poco.

C’è chi, beninteso, non è in Parlamento perché in missione. E il sistema di registrazione valuta come assenza tutti i casi di non partecipazione al voto, sia nel caso in cui il parlamentare non è presente in aula, sia quando lo è ma, non votando, non concorre a determinare il numero legale nella votazione. Detto questo, tuttavia, le informazioni di Openpolis permettono di farci un’idea dei nostri rappresentanti e di capire, da lontano, di quanto avviene in aula.

Avviciniamoci allora al territorio lecchese, quanto spesso non troviamo dietro i banchi del Parlamento i nostri rappresentanti? In vetta alla classifica Openpolis mette la ex ministro Michela Vittoria Brambilla, deputata di Forza Italia, che registra una sola presenza su 220 votazioni, per un totale del 99,55% di assenze.

Ben diversi i dati degli altri parlamentari nostrani. Il collega Alessio Butti, Fratelli d’Italia, si è fatto vedere spesso a Motecitorio: su 220 ne ha perse solo 14, timbrando 206 presenze. Frequenta assiduamente Palazzo Madama la senatrice Antonella Faggi, che ha partecipato a 197 votazioni su 201

Lecco poi può vantare due campioni di presenze, uno per emiciclo. Tra i senatori leghisti Paolo Arrigoni non ha perso una votazione, 201 su 201, registrando il 100% di presenze. Meglio di lui in numeri assoluti il democratico Gian Mario Fragomelli, anche per lui un 100% che equivale a 220 su 220.

Fonte Openpolis

Nota: Con assenza si intendono i casi di non partecipazione al voto: sia quello in cui il parlamentare è fisicamente assente (e non in missione) sia quello in cui è presente ma non vota e non partecipa a determinare il numero legale nella votazione. Purtroppo attualmente i sistemi di documentazione dei resoconti di Camera e Senato non consentono di distinguere un caso dall’altro. I regolamenti non prevedono la registrazione del motivo dell’assenza al voto del parlamentare. Non si può distinguere, pertanto, l’assenza ingiustificata da quella, ad esempio, per ragioni di salute. 

 

Pubblicato in: politica, Calolziocorte, Città, Hinterland, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati