VOLLEY/DERBY A SENSO UNICO:
PICCO SCHIANTA OLGINATE 3-0

picco lecco B2OLGINATE – Una partita con tutte le caratteristiche di un vero e proprio derby nella settima giornata di serie B2 quella tra Olginate e Lecco, distanti solo 2 punti nella classifica del girone B. Tribune del palazzetto Ravasio di Olginate colme di tifosi e di amanti della pallavolo. Lunga attesa durante la settimana, scandita da pronostici tra i più diversi. Tante le ex compagne di squadra che hanno dovuto calarsi nel ruolo di avversarie.

Al fischio iniziale del match la tensione è alta ed è palpabile da parte di tutti. Si inizia a giocare in una sorta di equilibrio, fino al 10 pari sembra debba essere una partita punto a punto. Poi le ragazze di coach Milano iniziano ad essere molto incisive in battuta e la squadra casalinga inizia a soffrire in ricezione. Stomeo sale in regia e gestisce tutta la partita in modo impeccabile. La Picco vola a 25 e lascia le avversarie a 18.

volley olginate_vs_lecco (2)Nel secondo set Olginate torna inizialmente in partita, ma gli attacchi di Lancini (anche da seconda linea), Ferrario e Bruno non perdonano. Le avversarie provano a recuperare il distacco con Rinaldi e Giudici ma in difesa le ragazze biancorosse non sbagliano praticamente nulla. Spreafico e Franco, guidate da Pastrenge in ottima forma, sono su tutti i palloni e sono una sicurezza. Franco è protagonista di un paio di attacchi che lasciano i tifosi a bocca aperta. La squadra casalinga di ferma a quota 17.
Il terzo set è una sentenza: dopo pochi minuti la Picco si trova già a gestire un comodo 10-1 mentre le avversarie sono in evidente affanno. Punto dopo punto, le ragazze guidate da Benny Bruno, capitana che ha tenuto concentrato il gruppo per tutta la partita, arrivano a 25 lasciando Olginate a 11. Una vittoria importante per la formazione del capoluogo, soprattutto viste le due sconfitte consecutive in campionato. Resta comunque una semplice partita che vale i tre punti in classifica, nonostante sia stata sentita come un derby.

giulia spreafico picco“Sono felicissima di avere vinto perché dopo due sconfitte consecutive in campionato serviva proprio un segnale positivo – commenta Giulia Spreafico ex Olginate -. Abbiamo dominato per tutto il match, i parziali sono stati schiaccianti (17, 18, 11), e non ci aspettavamo che andasse così. Le avversarie avranno sentito la pressione, proprio come noi, ma la tensione può giocare spesso brutti scherzi. Loro sono comunque un buon gruppo, con ottime individualità. Il ritorno sarà comunque un’altra partita e noi dovremo lavorare duro e rimanere concentrate come abbiamo saputo fare stasera. Per me è stato bellissimo tornare nel palazzetto dove sono cresciuta e ritrovare le persone che mi hanno accompagnato durante la crescita dalle giovanili fini alla serie C. È stato bello anche giocare in un palazzetto pieno di tifosi e di amanti della pallavolo. Ma la cosa più importante di stasera è la nostra vittoria”.

“Abbiamo impostato un buon gioco per merito della nostra battuta che, spesso incisiva, ha limitato tantissimo i loro attaccanti costretti a giocare con palla scontata – aggiunge coach Milano -. Inoltre il nostro muro ha toccato tantissimi dei loro attacchi e di conseguenza Olginate non è riuscita ad esprimere il suo gioco. Noi siamo stati bravi a mantenere una intensità di gioco molto buona, commettendo pochi errori. Sono contento della prestazione della squadra che raccoglie i frutti del lavoro duro e continuo che stiamo svolgendo in palestra. Abbiamo mosso la classifica, che è e sarà il nostro obiettivo fino al termine della stagione”.

Roberto Tirelli 1“La Picco è stata molto brava a bloccarci in alcune rotazioni – ammette sconfitto coach Roberto Tirelli -. Noi, decisamente poco lucidi, non siamo mai riusciti a generare un gioco efficace. Avevo chiesto alla squadra di provare a dettare i ritmi della partita ma, alle prime difficoltà, ci siamo lasciati sopraffare. Questa mancanza di lucidità nei momenti di difficoltà è uno degli aspetti su cui lavoreremo da lunedì, oltre a lavorare su ciò che non ha funzionato, principalmente la ricezione, la distribuzione tattica del gioco e le scelte di attacco. Dobbiamo riportare attenzione e concentrazione ai livelli che abbiamo saputo esprimere in altre partite e da lì continuare a migliore per essere competitivi nelle prossime giornate. Archiviato il derby, dobbiamo continuare a giocare il nostro campionato proiettando da subito la testa alla partita del prossimo sabato contro Sanda Volley”.

 

Pubblicato in: Olginate, Città, Hinterland, Sport, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati