VARENNA CELEBRA LA PIRA
E I 70 ANNI DELLA COSTITUZIONE
CON TRE GIORNI DI EVENTI

mauro manzoniLECCO – “Unire le città per unire le nazioni”: questo il motto di Giorgio La Pira, padre costituente, sindaco di Firenze, che ha dedicato la propria vita alla pacificazione sociale e interreligiosa.

Durante il secondo trittico di Varenna, una tre giorni di appuntamenti rivolti al pubblico che si svolgerà dal 15 al 17 giugno, i  valori della Costituzione nel settantesimo della sua nascita si intrecciano in un connubio perfetto con la figura di Giorgio La Pira. Proprio a lui verrà infatti intitolata la sala consiliare del Comune di Varenna, iniziativa fortemente voluta dal sindaco Mauro Manzoni e approvata all’unanimità da tutto il consiglio comunale. L’immagine di La Pira, un bronzo dell’artista Emanuele Job, verrà collocata nella sala consiliare.

“Giorgio La Pira è sempre stato per me un modello di vita personale e politico – commenta il sindaco di Varenna Manzoni – abbiamo voluto abbinare l’intitolazione della sala consiliare con la commemorazione del settantesimo della nostra Costituzione”.

MASTALLI PF“Anche io ho potuto conoscere quel periodo in cui Giorgio La Pira, David Maria Turoldo e Ernesto Balducci hanno reso Firenze il centro del mondo, partendo dal basso” –  interviene Pierfranco Mastalli – che questa idea di partire dalla sala consiliare sia di sprone per gli altri sindaci per vivere, anche amministrativamente, verso grandi progetti”.

E Varenna si trova al centro di quest’unione: al borgo sul lago sono legate molte illustri figure del passato, tra cui David Maria Turoldo amico di La Pira e poeta affascinato da Varenna, ma il piccolo Comune è conosciuto in tutto il mondo non solo per l’attrattiva turistica, ma è stato sede importanti convegni internazionali e nazionali, intensificatisi dopo il 1945, oltre che dare ospitalità a molti premi Nobel.

Approfittando del respiro internazionale di cui gode Varenna vogliamo che tramite questo trittico diventino sempre più conosciuti alcuni valori in nuce nella nostra carta costituzionale ma comuni a tutti i popoli”, puntualizza Manzoni.
L’esempio di Varenna da locale vuole farsi globale: questo impegno nel fiorire amministrativo e culturale di un luogo è ispirato alle intuizioni di Giorgio La Pira secondo il quale era necessario partire dal basso, dalle città e dalle amministrazioni per irradiare principi di pace a tutto il mondo.

varenna1

Sabato 16 giugno, cuore della manifestazione, è articolato in tre atti: il primo dedicato alle radici, con l’opposizione al nazifascismo, curato da Giancarlo Riva Pessina, già presidente Anpi e Federigo Giordano, comandante Gek, per il quale l’iniziativa rende “onore alla penna di chi si è battuto contro l’ideologia del fascismo e onore a coloro che hanno versato il loro sangue per eliminare i portatori dell’orribile dittatura nazifascista”
Poi si parlerà della nascita della Costituzione, momento nel quale interverrà Paolo Grossi, presidente emerito della Corte costituzionale, alunno di Giorgio La Pira e preside di Facoltà quando La Pira ancora insegnava a Firenze. Infine sarà al centro del dialogo il sogno di La Pira come ambasciatore planetario di pace, che vedrà l’intervento di Mario Primicerio, ex sindaco di Firenze e amico di La Pira, che lo ha accompagnato in molti viaggi.
Anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha voluto esprimere in un messaggio scritto il proprio plauso all’amministrazione di Varenna e ai promotori del Secondo Trittico.

trittico varenna 2

L’iniziativa rivolge un particolare sguardo ai giovani: “È compito delle istituzioni ricordare – sottolinea Flavio Polano – e trasmettere alle nuove generazioni i valori di libertà della nostra Repubblica, anche ricordando i suoi autori, come La Pira”.

Questo trittico segue il primo, conclusosi nel novembre 2017, sui temi del Dialogo Interreligioso e della Pace, che ha registrato partecipazioni internazionali e di sette diverse confessioni religiose. “Contro la radice delle discordie Giorgio la Pira, sindaco per la pace tra nazioni ma anche tra religioni, è un antesignano”, osserva Ezio Lanfranconi del Comitato La Pira. Grande partecipazione di associazioni ed enti locali, tra cui Cfpa di Casargo, che offrirà un piccolo contributo all’iniziativa offrendo una colazione agli illustri ospiti delle prolusioni.

Questo il programma dell’evento:

trittico-varenna

L.L.

 

Pubblicato in: Cultura, Dal mondo, Religioni, Eventi, Giovani, politica, Città, Hinterland, Lago, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati