UN GRIFONE A CIVATE:
L’AVVISTAMENTO
IN VOLO SUL CORNIZZOLO

CIVATE – Lo si credeva esistinto in Italia, invece sta tornando anche in Lombardia: dopo un primo avvistamento in Valsassina, un grifone è stato “paparazzato” lo scorso venerdì 30 ottobre sul Monte Cornizzolo da Giorgio Sabbioni del Parapendio Club Scurbatt di Suello. Ecco come ha raccontato l’incontro:

Venerdì 30 ottobre mi trovavo in volo ad una quota di circa 1200m quando ho notato la sua sagoma inconfondibile mentre termicava a filo del bosco circa 250m sotto di me, nella mia stessa termica. Dopo poco mi ha raggiunto ed ho potuto scattare le immagini che vi allego. Non è stato facile fotografarlo perché con una mano dovevo gestire la fotocamera e con l’altra pilotare la vela girando in termica ed ammortizzando le turbolenze. Era un po’ come viaggiare fuoristrada in moto cercando di scattare fotografie. Sono riuscito a scattare immagini abbastanza decenti quando sono riuscito ad avvicinarmi a lui a non più di 30m.

$DSC7918

Stando ben attento a non fare collisione mi sono avvicinato il più possibile seguendo una traiettoria che mi consentisse un’eventuale virata repentina per evitare il contatto, ma l’animale ha dimostrato una notevole intelligenza di volo, eseguendo correzioni della traiettoria per continuare a girare in termica evitandomi; ho avuto l’impressione che guardasse più i cordini della vela che la mia sagoma o la velatura del parapendio. Ha continuato a girare nella mia termica dove c’era anche un altro parapendio fino a quando ha raggiunto la quota di circa 1300m, poi si è spostato ad est verso il monte Rai e l’ho perso di vista.

In realtà potrebbe non essere la prima volta che Sabbioni incontra un grifone: già nel 2010, sempre volando intorno al Cornizzolo, si era imbattutto in un rapace che somigliava molto al grifone, anche se allora in realtà non riuscì a stabilire con certezza la specie del volatile, mentre in questo caso i dubbi non ci sono: si tratta di un grifone.

M.C.

Guarda la gallery:

 

 

 

 

 

Pubblicato in: Civate, Hinterland, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati