UN CONCERTO DI PIANOFORTE
PER L’8^ GIORNATA DEL BRAILLE

scuola musica san lorenzo mandelloMANDELLO DEL LARIO – Per celebrare l’8^ Giornata Nazionale del Braille, la sezione provinciale di Lecco dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti (U.I.C.I. Onlus) ha accolto, con grande entusiasmo e sorpresa, l’idea di collaborare con la Scuola di musica San Lorenzo di Mandello del Lario per proporre un evento straordinario già programmato all’interno della sua stagione concertistica 2014-2015 e che vede protagonista assoluto il pianista Enrico Lisi.

I soci dell’U.I.C.I. lecchese sono particolarmente orgogliosi di quest’occasione e osano chiedere al maestro Enrico Lisi di rappresentare un po’ tutti loro per comunicare un’immagine positiva ed equilibrata delle persone con disabilità visiva.

Enrico Lisi – che ora vive a Milano – ha radici nel nostro territorio, ha fatto della musica una ragione ed una scelta di vita ed è un’eccellenza del nostro panorama nazionale e non solo. Le musiche di grande interesse e suggestione di alcuni dei più grandi compositori di tutti i tempi – come Beethoven, Schumann e Chopin – sono affidate alle prodigiose mani di quest’ospite d’eccezione per creare una particolare e magica atmosfera.

Enrico Lisi pianista

La sezione lecchese è sicura che la sala del teatro San Lorenzo offrirà un pubblico composto da persone altamente competenti, ma anche da gente che vorrà gustare un’esperienza umana ed artistica bella e significativa.

Alle ore 20,30 il concerto, ospitato al teatro San Lorenzo di Mandello, sarà preceduto dalla proiezione del cortometraggio dal titolo “Braille: genio in sei punti” che mette in luce il valore insostituibile del codice Braille, come fondamentale strumento che, dando ai ciechi la possibilità di entrare nel mondo del sapere, li rende protagonisti e fa loro assaporare il gusto della libertà e dell’uguaglianza.

Il Braille: un’invenzione geniale, perché universale, flessibile ed attuale. Ci piace pensare che il codice Braille, abbia dato ad Enrico Lisi – accanto al suo grande impegno e talento – quel colpo d’ala che l’ha fatto volare alto per dedicarsi così singolarmente alla sua attività di docente e concertista.

Programma di Sala

Prima parte
Ludwig van Beethoven (1770-1827)

Sonata No. 30 Op. 109
1. Vivace ma non troppo
       2. Prestissimo
       3. Gesangvoll, mit innigster EmpfindungAndante molto cantabile ed espressivo

Sonata No. 14 Op. 27 No. 2 “Quasi una fantasia” (Chiaro di luna)

1. Adagio sostenuto
       2. Allegretto (in Re bemolle maggiore)
3. Presto agitato

Seconda parte
Robert Schumann (1810-1856)

Fantasiestücke Op. 12
No. 1. Des Abends (La sera)
No. 4. Grillen (Capricci)
No. 5. In der Nacht (Nella notte)
No. 2. Aufschwung (Slancio)

Fryderyk Chopin (1810-1849)
Fantasie-Impromptue Op. 66
Andante Spianato e Grande Polacca brillante Op. 22

 

 

 

Pubblicato in: Cultura, Eventi, Lago, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati