0

UN ANNO DI LEZIONI AL CAMPO:
TRA CORSI DI ITALIANO, LAVORO
NELLE AZIENDE E VOLONTARIATO

lezioni al campoLECCO - È passato un anno dalla fondazione dell’associazione Lezioni al Campo, costituitasi formalmente come onlus nel gennaio 2017, ma operativa come gruppo di volontari dal settembre 2015.

Il 5 febbraio 2018 sono state rinnovate le cariche del consiglio direttivo che conferma presidente Alice Bianchi, docente di inglese del Liceo Grassi, vice presidente Marta Casalone, docente di lettere presso l’Istituto Comprensivo di Olginate e segretaria Morena Di Cioccio, docente di inglese dell’Istituto Bovara. I nuovi consiglieri sono Stefania Rovagnati, insegnante storica della primaria C. Battisti ad Acquate e successivamente del CPIA di Maggianico (da pochi mesi in pensione), Caterina Cattaneo, psicoterapeuta, Davide Trestini, insegnante di scuola primaria e membro dei City Angels di Lecco, e Franco Tosi, membro dell’Anpi di Galbiate e volontario Auser. Si ringraziano i consiglieri uscenti Silvia Colombo, Adriana Negri e Eleonora Bonacina.

scuola estiva1Nel corso dell’assemblea è stato fatto un bilancio delle attività svolte e sono stati presentati i progetti per il nuovo anno. Anche per l’anno 2017 l’attività principale è stata la scuola di italiano con corsi di vari livelli, da quello per analfabeti fino a italiano A2 e matematica, in preparazione alla scuola media del CPIA. Le lezioni sono proseguite anche per i mesi di giugno e luglio con la scuola estiva presso la sede scout di Belledo, con 200 presenze a settimana.

Oltre all’alfabetizzazione, l’associazione ha promosso e avviato alcuni progetti per la formazione di ragazzi con buone competenze linguistiche e motivazione. È stata attivata un’esperienza professionalizzante presso Linee Lecco in collaborazione con l’azienda stessa e la Fondazione progetto Arca. Sei ragazzi, seguiti da un tutor aziendale e da un tutor di Lezioni al campo, si sono alternati in azienda per un periodo di 2 mesi e mezzo, per 4 ore al giorno e sono stati impegnati in parte nella pulizia dei mezzi, ma soprattutto nella manutenzione delle parti elettriche e meccaniche degli automezzi e gestione dei pneumatici.

Durante l’esperienza, i tutor e i ragazzi hanno lavorato con alcuni obiettivi specifici: autonomia di intervento, utilizzo degli attrezzi adeguati, valutazione finale del proprio operato. Inoltre il progetto è stato realizzato anche in un’ottica più ampia di valorizzazione delle relazioni e dell’autostima, attraverso occasioni di incontro, conoscenza e collaborazione. Il progetto, attualmente in attenzione all’assessore ai servizi sociali Riccardo Mariani, alla Comunità Montana e Prefettura sarà ampliato ed esteso alle altre aziende municipalizzate SILEA e Lario Reti Holding.

concertando a abbadiaIn collaborazione con API Lecco, Associazione Lecco Aperta, Fondazione Clerici, Comunità Montana Valsassina, Provincia di Lecco, Consorzio Consolida, Caritas Lecco e alcune cooperative impegnate con l’accoglienza dei migranti, Lezioni al Campo ha organizzato un corso di formazione per Operatore Meccanico a cui hanno avuto accesso 15 ragazzi (di cui 14 richiedenti asilo) accuratamente selezionati per competenze e motivazione dall’unità di crisi/centro per l’impiego della Provincia di Lecco.

Il corso ha avuto carattere teorico-pratico e i partecipanti sono stati valutati in modo positivo e spesso entusiastico dagli insegnanti del corso. La fase successiva prevede un tirocinio curricolare in azienda, seguito da un auspicabile tirocinio extra curricolare.

Altri progetti portati avanti (e ancora in corso) riguardano il volontariato, nello specifico la collaborazione con Auser che ha visto alcuni dei richiedenti asilo impegnati regolarmente e con grande dedizione nell’assistenza anziani presso l’Airoldi e Muzzi e nell’attraversamento strade dei bambini.

Importanti sono stati i nostri interventi e le collaborazioni nelle scuole, attraverso attività di testimonianza e di coinvolgimento diretto con gli studenti in manifestazioni sportive, cineforum (scuola media Olginate, Scuola media Maria Ausiliatrice, Istituto Bertacchi, Istituto Rota, Istituto Fiocchi) con la finalità di offrire occasioni di conoscenza, approfondimento, scambio culturale per il superamento di pregiudizi e stereotipi.

Francesco malavolta a LeccoNel mese di maggio, in occasione della presentazione ufficiale di Lezioni al Campo alla città, è stata allestita la mostra fotografica Popoli in Movimento con gli scatti del fotoreporter Francesco Malavolta, invitato per una duplice conferenza presso l’istituto Fiocchi di Lecco.

In occasione della mostra è stato presentato il libro illustrato con le biografie dei migranti raccolte da Stefania Rovagnati, “Voglio una vita bella in tutti i paesi così possiamo restare a casa nostra”.

La mostra è stata successivamente replicata in altre sedi che ne hanno fatto richiesta (Liceo Manzoni, Istituto Maria Ausiliatrice, Parrocchia Padri Cappuccini, di Lecco) e a Bellano, in occasione del reading “Il Principio di non respingimento” di Elisa Metamorfica.

Da fine 2016 è in atto il “Progetto Accoglienza” ideato e gestito insieme all’associazione San Vincenzo. Si tratta dell’accoglienza di tre ragazzi di diversa nazionalità, beneficiari di protezione internazionale, in un piccolo appartamento in comodato d’uso. I ragazzi sono stati seguiti dai volontari in un percorso di accompagnamento verso l’autonomia lavorativa e abitativa. Quando il percorso sarà completato, al loro posto subentreranno altri tre ragazzi per godere del medesimo aiuto.

festa al parcoAltre attività svolte sono state le uscite sul territorio, con la visita al campanile, biblioteca e varie passeggiate in montagna.

Per l’anno in corso oltre ai progetti avviati, in programma ci sono alcuni eventi sia a scopo divulgativo che di raccolta fondi per sostenere le nostre attività. Nello specifico, in fase di organizzazione c’è un concerto multietnico, una nuova esposizione della mostra con eventuale asta di beneficienza e una gara podistica.

Su sollecitazione di 65 richiedenti asilo disponibili a svolgere lavori socialmente utili, è stato contattato l’assessorato competente che ha accolto la loro proposta di mettersi a disposizione della città. Il relativo protocollo per la cittadinanza attiva è stato messo a punto da Prefettura, Comunità Montana, Comune di Lecco e altri enti. La proposta, in via di definizione, sta riscontrando interesse tra enti e associazioni, come il Comitato Noi tutti Migranti, CPL e alcuni istituti superiori, disponibili ad attivarsi sui temi di decoro urbano e cittadinanza attiva.

Pubblicato in: Associazioni, Città, Cultura, Hinterland, Immigrazione, Lago, lavoro, News, Valsassina Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati