0

TURISMO/LECCO+COMO DISERTANO
L’EVENTO EUROPEO NUMERO 1.
TRE STAND SU 10.000 DAL MONDO

ITB fiera BERLINOBERLINO (GER) – Incredibile successo anche quest’anno per la ITB di Berlino. Con oltre 180.000 visitatori tra cui 108.000 operatori dal mondo del turismo e 10.000 espositori da 186 paesi la ITB è la maggiore fiera e mercato d’affari dell’industria del turismo. Dal 7 all’11 marzo nei suoi 160.000 metri quadri di stand e spazi di incontro la fiera ha offerto un’eccellente opportunità di analisi delle tendenze del mercato internazionale grazie anche alla presenza di tutti gli anelli della catena, tra cui i tour operator, i motori di prenotazione online, le destinazioni, compagnie aeree e alberghi fino agli operatori di auto noleggio.

Occasione irrinunciabile per chi vuol tradurre il turismo in economia, ricchezza e posti di lavoro. Strategia questa da cui a quanto pare sono esenti lecchesi e comaschi. Assente infatti dalla ITB 2018 ogni rappresentanza lariana, col cappello pubblico o di iniziativa privata che fosse. Fatto salvo tre piccole eccezioni, il settore turistico che ruota attorno al marchio del Lago di Como si è letteralmente eclissato dall’appuntamento globalmente riconosciuto come tra i più importanti in assoluto.

dadati Itb turismo BerlinoDa Malgrate agli stand della Fiera di Berlino c’è Fabio Dadati, che prova a spiegare così l’inaspettata assenza: “Il turismo per essere un settore economico che contribuisce al Pil di un territorio e crea lavoro stabile ha bisogno di un Sistema. Senza, rimane dilettantismo e buona volontà. Un modello dilettantistico in una realtà globalizzata e altamente competitiva non ha futuro, non attrae capitali, non genera ricchezza”.

L’edizione 2019 intanto è già in preparazione, numerose presenze sono già confermate, dalla Lombardia ad esempio si sono già prenotati in una 40ina: Milano, Iseo e Garda vanno per la maggiore. Lecco e Como “keep calm”, ma almeno l’anno prossimo…

ITB fiera turismo BERLINO keep calm

C.C.

Pubblicato in: Città, Economia, Eventi, Hinterland, Lago, News, Valsassina Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati