TRUFFE/FINTI CARABINIERI
ANCORA ALL’OPERA IN CITTÀ.
VITTIMA ANCHE UNA CENTENARIA

poliziaLECCO – Due cittadini napoletani si fingevano carabinieri per truffare cittadini anziani. Smascherati dalla Squadra mobile di Lecco mentre avevano con loro gioielli e oro, refurtiva consegnata loro da una coppia di anziani di Milano che avrebbero così voluto evitare al figlio un ipotetico arresto.

La denuncia per i due malviventi è il risultato di mesi di indagini da parte degli agenti della Questura di Lecco, sin da quando, nel novembre 2015, vi furono diverse segnalazioni di truffe con la tecnica del “finto avvocato/carabiniere”.

I contatti iniziavano con una telefonata nella quale il malintenzionato informava le vittime che un loro parente era appena stato coinvolto in un incidente, quindi trattenuto in caserma. Spacciandosi per un legale o per un militare, il truffatore iniziava a chiedere denaro contante o beni di valore a titolo di cauzione per evitare al parente una denuncia o il sequestro del mezzo.

Circa una decina gli episodi scoperti in città negli ultimi mesi, altrettante le persone denunciate. Le vittime dei cittadini ultra ottantenni, in un caso anche una signora che aveva superato i cento anni. Si teme tuttavia che i raggiri possano essere stati molti di più ma non siano state informate le forze di polizia.

 

 

Pubblicato in: Città, Nera, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati