TRASPORTO PUBBLICO LOCALE,
PREOCCUPA IL VIA ALL’ORARIO
PER L’ANNO SCOLASTICO: NUOVO
CAOS ALLA PRIMA CAMPANELLA?

LECCO – Il calendario regionale dispone l’inizio dell’anno scolastico mercoledì 12 settembre, pur prevedendo opportuni adattamenti” previo accordo con gli enti territoriali competenti ad assicurare i servizi del diritto allo studio.

Il lavoro e la collaborazione costante tra Provincia di Lecco e Agenzia del trasporto pubblico locale di Como, Lecco e Varese ha consentito di verificare la programmazione dei diversi istituti scolastici che, in forza dell’autonomia, possono adottare un calendario scolastico differenziato.

“Si è rilevato – afferma una nota della Provincia di Lecco – che alcuni istituti di istruzione secondaria di secondo grado avvieranno le lezioni già dal prossimo lunedì 10 settembre, anticipando di due giorni il calendario regionale, mentre, come a suo tempo anticipato dalla Provincia a tutti gli Istituti scolastici di secondo grado, solo da mercoledì 12 settembre entrerà in vigore l’orario del trasporto pubblico in modalità scolastica”.

Questo potrebbe causare disservizi, come verificatosi (clamorosamente) lo scorso anno, per gli studenti che si servono del trasporto extraurbano per raggiungere le loro sedi. Per il trasporto scolastico nell’area urbana della città di Lecco, l’inizio è stato fissato a lunedì 10 settembre.

Preoccupata di questa situazione non omogenea e coerente, la Provincia di Lecco, con il consigliere delegato ai Trasporti Giuseppe Scaccabarozzi, ha scritto all’Agenzia del trasporto pubblico locale: “Abbiamo chiesto di avviare la programmazione invernale/scolastica, anche per il servizio extraurbano, da lunedì 10 settembre, anticipando di due giorni rispetto al calendario di riferimento regionale. Inoltre, abbiamo chiesto di potenziare l’offerta con autobus in numero e capienza adeguati così da consentire agli studenti pendolari di fruire del servizio di trasporto pubblico locale per recarsi a scuola e viceversa. Abbiamo sempre lavorato con spirito di collaborazione con l’Agenzia cercando insieme di risolvere le varie criticità che si sono manifestate nel trasporto pubblico del nostro territorio, come quella del diverso inizio dell’anno scolastico. Restiamo in attesa di un positivo riscontro da parte dell’Agenzia, invitando comunque gli utenti a verificare puntualmente orari e modalità del servizio offerto”.

Il presidente della Provincia Flavio Polano evidenzia: “La Provincia di Lecco si è fatta portavoce delle istanze e delle necessità dei Comuni e dei cittadini, in particolare degli studenti che rappresentano una categoria da sempre al centro dell’azione amministrativa provinciale. Anche per il prossimo anno scolastico siamo riusciti con l’Agenzia, attraverso il Piano di Bacino, ad assicurare un servizio adeguato per gli studenti, indicati come la prima categoria di utenza da salvaguardare e tutelare. Si sta ora lavorando su aspetti puntuali, ugualmente importanti, quali il delicato momento di avvio dell’anno scolastico e sarebbe auspicabile uniformare e assimilare i nuovi orari del trasporto extra urbano a quelli del trasporto urbano, così da assicurare a tutti gli studenti un regolare avvio delle attività”.

Il dettaglio puntuale con gli orari aggiornati è riportato sul sito dell’agenzia del trasporto pubblico locale www.tplcomoleccovarese.it e sul sito www.leccotrasporti.it.

DAL NOSTRO ARCHIVIO (11 SETTEMBRE 2017):

INIZIA LA SCUOLA MA LA SAB È GIÀ IN RITARDO E LA PROVINCIA NON PAGA I “BIS”: TANTI STUDENTI E PENDOLARI RESTANO A TERRA. E DOMANI…

 

Pubblicato in: Giovani, politica, Città, Hinterland, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati