0

“SULLE STRADE DI LECCO”,
RUBRICA DI TOPONOMASTICA:
PIAZZA QUINTO ALPINI

piazza-quinto-alpini-cartinaNome della via: Piazza Quinto Alpini.

Rione e posizione della via: Germanedo, situato all’interno del complesso residenziale denominato il “Villaggio”.

LECCO – Il 33esimo episodio della nostra rubrica Sulle strade di Lecco è dedicato ad un reggimento dell’esercito italiano il cui nome ancora oggi riecheggia nei ricordi di coloro che hanno combattuto nelle due guerre mondiali: il Reggimento V Alpini.

I reggimenti alpini, come tutti sapranno, sono tra i fiori all’occhiello dell’esercito italiano. Creati ed addestrati appositamente per il combattimento in montagna, i reggimenti alpini sono diventati famosi durante la prima guerra mondiale sul fronte alpino e carsico, dove hanno tenuto testa, quasi sempre, alla più potente e meglio equipaggiata macchina da guerra austro-ungarica.

v-reggimento-alpini-scudoIl Quinto Reggimento degli Alpini venne fondato il primo novembre del 1882 e diviso in tre battaglioni: il Morbegno, il Tirano e l’Edolo. Il reggimento divenne presto noto per la sua partecipazione nelle guerre coloniali di Libia e Abissinia e per la sua partecipazione alla prima guerra mondiale.

Il battaglione Morbegno è famoso anche per essere stato il primo a portare la divisa, oggi tipica, grigio verde, mentre fino ad allora anche gli alpini portavano i colori dell’esercito piemontese. La scelta si rivelò azzeccata in quanto, visto che l’ambiente di combattimento tipico era la montagna, la divisa grigio verde permetteva una migliore mimetizzazione, soprattutto se, come nel caso degli alpini, i reggimenti avevano anche compiti di guerriglia e strategie di combattimento in cui era necessaria l’occultazione.

Il reggimento partecipò anche alla seconda guerra mondiale e fu di stanza in Russia, dove, in sette mesi di campagna, scrisse le pagine più gloriose della sua storia. Dalla Russia rientrò nel 1943, per essere sciolto il 10 settembre, a seguito dell’armistizio.

Rifondato nel 1953 e inquadrato nella Brigata Orobica resterà attivo fino al 1975 quando fu sciolto nuovamente. L’ultima ricostituzione del reggimento è del 1992. Oggi il V Alpini partecipa alle missioni di pace che vedono impegnato il nostro esercito in Afghanistan e in Kossovo.

La nostra città è particolarmente legata al V Alpini, perché nei suoi battaglioni, di stanza tra Merano e Vipiteno, molti lecchesi hanno prestato il servizio militare tra gli anni ’60 e 80′.

A. G.

 

 

 

Pubblicato in: Città, Cultura, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati