SERIAL KILLER DI GATTINI:
41ENNE LECCHESE INDAGATA.
CASI FINO AL BERGAMASCO

LECCO – Una gatta, Stella, l’hanno trovata morta per ipotermia, accucciata sul divano vicino alla sua proprietaria che dormiva. Un’altra, Stellina, è deceduta in seguito a una rottura epatica, causata, si ipotizza, dalle percosse. Di un altro gatto si sono perse le tracce, mentre un quarto è stato soccorso in extremis e sequestrato.

Benché le indagini siano ancora in corso il quadro indiziario sembra puntare in una direzione precisa: in alta Lombardia, tra le province di Bergamo e Lecco sarebbe in azione una vera serial killer di felini.

I sospetti convergono su A.T., 41enne originaria di Milano ma residente a Lecco, denunciata da Enpa per uccisione e maltrattamento di animali.L’ipotesi di una morte violenta dei felini, riconducibile cioè a cause non naturali, è confermata anche dai veterinari che hanno esaminato il corpo dei poveri animali.

In almeno sei casi la donna ha preso in affidamento cuccioli di gatto con età compresa tra due e quattro mesi e li avrebbe sottoposti a terribili vessazioni…

> LEGGI I DETTAGLI su

 

 

 

Pubblicato in: Ambiente, Città, Hinterland, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati