SCATTO DI CARRIERA RIFIUTATO,
L’AVVOCATO DI PALAZZO BOVARA
PERDE LA CAUSA. ‘MERITOCRAZIA’

toga-giudiceLECCO – Ha perso la causa contro il Comune di Lecco Mario Pedrazzini, l’avvocato di Palazzo Bovara che chiedeva il risarcimento dei danni per il mancato conferimento della posizione di alta professionalità.

La vicenda giudiziaria è iniziata l’1 marzo 2016 quando Pedrazzini aveva presentato domanda per ottenere un avanzamento economico, come previsto per i dipendenti degli enti pubblici. In passato gli avanzamenti di carriera erano quasi automatici e bastava presentare domanda.

Dal 2016 – con il segretario comunale Michele Luccisano – l’amministrazione guidata dal sindaco Virginio Brivio puntò sulla meritocrazia e non tutti i responsabili del servizio ottennero l’avanzamento di carriera. La vicenda si è conclusa davanti al giudice del lavoro Giovanni Gatto che ha rigettato l’istanza del legale accogliendo la difesa dell’amministrazione comunale, portata avanti dall’avvocato Alessandro Patruno incentrata sulla meritocrazia.

 

Pubblicato in: Città, Nera, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati