0

SBARCA “POPOLI IN MOVIMENTO”.
MOSTRA DI FRANCESCO MALAVOLTA
SULLE FRONTIERE EUROPEE

francesco malavoltaLECCO – Inaugurata all’istituto Fiocchi la mostra “Popoli in movimento” di Francesco Malavolta, foto-giornalista calabrese che dal 2011 documenta quel che accade alle frontiere europee per conto dell’agenzia dell’Unione europea Frontex  lungo i confini marittimi e terrestri del continente. Le immagini esposte mostrano il lavoro che il fotografo ha svolto negli ultimi sette anni nello Stretto di Gibilterra, nell’enclave di Ceuta, a Lampedusa, nel mar Libico, nel mar Mediterraneo, in Grecia, nelle isole della Turchia.

“Il compito di un’istituzione scolastica è anche di essere aperti al territorio e a un’educazione extra-scolastica – spiega il dirigente scolastico Claudio Lafranconi –. La scuola è chiamata a risolvere problemi che altri scaricano su di noi e le persone in prima linea verso l’integrazione sono i docenti con le proprie risorse e le proprie forze”.

Promotore dell’iniziativa “Lezioni al campo”, l’associazione che, sebbene si sia data solo da pochi mesi una forma giuridica, opera da settembre del 2015 con i ragazzi del centro di accoglienza del Bione, organizzando per loro lezioni di italiano all’oratorio di Pescarenico per tre volte la settimana. “Gli scatti della mostra – racconta Alice Bianchi dell’associazione – mostrano delle storie e noi ci rivediamo le storie dei nostri ragazzi. Ci sembra un’occasione per sensibilizzare anche le persone più diffidenti”.

Presente all’inaugurazione anche l’amministrazione comunale con il sindaco Virginio Brivio: “Iniziative come queste a tutti gli effetti ‘culturali’ non possono essere vissute come separate dalla dimensione umana e questo è un momento importante per affrontare il tema dell’accoglienza.

La mostra rimarrà allestita al Fiocchi fino al 23 maggio, poi le foto saranno esposte a Calolziocorte, Mandello ed Esino Lario, al termine potranno essere comprate e il ricavato andrà a finanziare le attività dell’associazione.

M. V.

 

Pubblicato in: Città, Cultura, Hinterland, Immigrazione, News, politica Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati