SANITÀ, CONCORSO PILOTATO?
ASSOLTI TUTTI I MEMBRI
DELLA COMMISSIONE D’ESAME

LECCO – La corte d’appello ha confermato la sentenza di primo grado per i cinque membri della commissione esaminatrice di un concorso pubblico – risalente a dicembre 2012 – per sei posti di guardia medica all’ospedale Umberto I di Bellano. Assolti quindi l’ex direttore di presidio del nosocomio lecchese Maria Fiorenza Folsi, i primari Andrea Salmaggi e Renato Galanti – rispettivamente dei reparti di neuroscienze e medicina riabilitativa –, il camice bianco Paolo Sangiorgio e l’amministrativa Clara Pelliccia.

Inizialmente l’inchiesta era partita dalla denuncia di Piercarlo Minoretti – medico che aveva partecipato al concorso giunto ottavo nella graduatoria –, secondo le cui accuse i cinque commissari avrebbero pilotato i risultati del concorso. Erano state due le anomalie riscontrate dai partecipanti: innanzitutto una telefonata da parte di un rappresentante della commissione a uno dei candidati che non era arrivato in orario per il concorso.

Inoltre a insospettire erano stati i colloqui, che si sono svolti a porte chiuse, senza dare la possibilità agli altri candidati di assistere alla prova orale. A maggio 2017 il giudice Enrico Manzi aveva assolto tutti gli imputati; dopo un ricorso da parte della procura di Lecco, venerdì a Milano è stato riconfermato lo stesso verdetto.

 

 

Pubblicato in: Sanità, Città, Hinterland, Lago, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati