RUSPE A SINISTRA, PER L’UNITÀ
LE TRE ANIME A CONVEGNO
DOMENICA NEL CAPOLUOGO

LECCO - assemblea Cantiere aperto a sinistraLECCO – Un cantiere aperto a sinistra. Con l’assemblea provinciale domenica 26 novembre anche a Lecco iniziano i lavori verso un fronte comune tra Possibile, Sinistra italiana e Articolo uno.

“Spesso sentiamo dire che il male della politica è ancora troppo spesso la distanza fra classe dirigente e base. Spesso, però, la parola “partecipazione” si traduce solo nell’essere chiamati a decidere del colore delle panchine. Ecco: quella partecipazione che non vuole limitarsi ad esprimersi sul colore delle panchine, è il motore del percorso unitario intrapreso dalle forze politiche della sinistra che, anche sul territorio lecchese, hanno dato il via ad un processo di unificazione della proposta politica” annunciano Marco Longoni, Isabella Lavelli e Riccardo Mariani.

Il percorso è iniziato nello scorso fine settimana con l’approvazione, da parte delle assemblee generali di Articolo Uno, Possibile e Sinistra Italiana, di una serie di regole semplici e democratiche per la partecipazione alle assemblee territoriali che si svolgeranno tra il 25 e il 26 novembre, durante le quali saranno eletti i delegati per la convenzione nazionale prevista per il 3 dicembre. A Lecco, l’assemblea provinciale è prevista per domenica 26/11 dalle 10 alle 12 alla sala civica di via Seminario n. 39 (Consiglio di Zona 2).

L’assemblea è promossa da Articolo Uno, Possibile e Sinistra Italiana, ma i portavoce provinciali di queste tre realtà politiche, che sono rispettivamente Riccardo Mariani, Marco Longoni e Isabella Lavelli, sgombrano il campo da subito rispetto a qualsiasi dubbio in merito alla reale apertura dell’iniziativa: “Abbiamo ben chiaro che stiamo iniziando i lavori in un cantiere aperto, nel quale tutti i cittadini sono chiamati a dare il proprio contributo per la costruzione di una lista unitaria che possa rappresentare, alle prossime consultazioni elettorali nazionali e regionali, una reale proposta di governo di sinistra, ancorata ai valori più profondi e basilari che devono essere ripresi: dignità del lavoro, conversione ecologica, progressività fiscale, politica di pace, accoglienza dignitosa, uguaglianza di diritti, laicità dello stato, investimenti sul futuro (scuola, ricerca, innovazione a favore dei molti)”.

I promotori vogliono chiamare i cittadini alla più ampia partecipazione possibile: popolare, dal basso, senza vincitori annunciati, se non la capacità della sinistra di ritrovare unità e libertà. Questa è la naturale prosecuzione di un percorso cominciato da mesi e che ora chiama nuovamente i cittadini a “concorrere con metodo democratico a determinare la politica nazionale“, così come vuole la Costituzione. L’assemblea provinciale di domenica sarà suddivisa in una prima parte in cui verrà presentato e discusso il percorso unitario e la piattaforma programmatica, mentre nella seconda parte si procederà all’elezione degli otto delegati della provincia di Lecco che parteciperanno all’assemblea nazionale a Roma domenica 3 dicembre. Tutti sono invitati a partecipare e chiunque potrà contribuire alla votazione, così come prevede l’art. 3 del regolamento approvato ieri dai promotori: “Possono partecipare alle Assemblee provinciali e territoriali ed essere delegati all‘assemblea nazionale le cittadine e i cittadini italiani, nonché le cittadine e i cittadini dell’Unione europea residenti in Italia, le cittadine e i cittadini di altri Paesi in possesso di permesso di soggiorno, che abbiano compiuto il sedicesimo anno di età, che sottoscrivano il documento politico-programmatico, che devolvano un contributo di almeno 2 euro per la copertura delle spese organizzative, e che accettino di essere iscritti nell’Albo degli elettori della lista”.

 

Pubblicato in: politica, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati