RUBRICA LECCO IERI & OGGI:
PRIMA DELLA QUESTURA,
SENZA MANGIONI E PONTE

QUESTURA-LECCO-COPERTINALECCO – Restando sempre nei dintorni del centro cittadino torniamo sul vecchio argine del Caldone per osservare l’attuale incrocio tra via Leonardo da Vinci e via Costituzione, che è appunto l’oggetto della puntata della storica rubrica Lecco Ieri&Oggi.

La cartolina in questione è stata scattata intorno agli anni Quaranta poiché, come si nota in lontananza, non sono ancora iniziati i lavori per il ponte Kennedy, quello che i lecchesi definiscono come “Ponte Nuovo”. Anche qui, come in viale Dante, si può notare che è ancora presente il letto originale del torrente Caldone. Altre differenze si possono notare guardando gli edifici di via da Vinci:  seguendo la linea dei condomini è chiaro come non fosse ancora presente la clinica Mangioni, in fondo alla via, sulla rotonda del ponte. Altra cosa che manca oggi è la vecchia edicola che stava all’angolo tra la moderna via costituzione e il ponte sul Caldone.

Un importante cambiamento dagli anni Quaranta è il complesso sulla destra della foto. Se l’edificio in sé è rimasto praticamente immutato la sua funzione è cambiata nel tempo: quando fu costruito, nel 1867, era destinato a casa di contumacia per i malati di colera, poi divenne caserma, intitolata a Giuseppe Sirtori, sede del distretto militare di Lecco fino al 1937, anno in cui il distretto fu abolito, ma la caserma rimase operativa fino al 1973. Oggi nella vecchia caserma, ristrutturata e rimodernata, ha una delle sue sedi la Questura lecchese.

QUESTURA-LECCO Via Leonardo da Vinci e Questura, Lecco, fine anni '30

QUESTURA-LECCO-2015 Via Leonardo da Vinci e Questura, Lecco, 2015

A. G.

Bibliografia:
Aloisio Bonfanti, Dal vecchio borgo alla grande Lecco, Lecco, Edizioni Monte San Martino, 2007.

 

Pubblicato in: Cultura, Lecco ieri&oggi, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati