RUBRICA ‘LECCHESI NEL PALLONE’
MANUEL LOCATELLI TRA I MIGLIORI,
“RODAGGIO” PER ANDREA CONTI

LECCO – Diciassettesima puntata della nuova rubrica con la quale vogliamo seguire da vicino le gesta settimanali dei nostri conterranei, impegnati nelle serie professionistiche dello sport più popolare del Belpaese: il calcio.

MANUEL LOCATELLI (Sassuolo)

Il Sassuolo perde in casa contro la Juventus; i bianconeri dimostrano ancora una volta la loro netta supremazia e, complice il pareggio del Napoli a Firenze, staccano di 11 punti i diretti avversari. I modenesi approcciano bene la partita, andando vicino al vantaggio con una conclusione da fuori di Locatelli; al 24′ è però Khedira a siglare il gol per gli ospiti sfruttando una ribattuta corta. I padroni di casa creano tante occasioni, peccando di concretezza negli ultimi metri; Berardi si divora la rete del pareggio e Ronaldo lo castiga: assist perfetto di Pjanic, colpo di testa perentorio dell’asso portoghese. Tris del neo entrato Emre Can all’86’, che si fa trovare tutto solo sul secondo palo. “Loca”, nonostante la rotonda sconfitta, risulta il migliore in campo tra i neroverdi; Szczesny gli nega la gioia del gol con un miracolo, ma il nuovo ruolo esalta appieno le sue qualità. Arriva spesso alla conclusione nell’area avversaria, svolgendo con diligenza anche la fase difensiva. A fine partita dichiara “che la squadra ha disputato una buona gara ma deve acquisire la mentalità vincente, indispensabile per fare risultato contro questi team“. La crescita caratteriale va di pari passo con quella calcistica. Bene così!

ANDREA CONTI (Milan)

Il Milan continua la sua rincorsa al quarto posto battendo per tre a zero il Cagliari a San Siro; il match si mette subito in discesa grazie all’autogol del difensore Ceppitelli. Raddoppio del nuovo acquisto Paqueta’, abile ad inserirsi sul secondo palo con i tempi giusti e a freddare il portiere avversario. Donnarumma para l’impossibile, poi il “solito” Piatek chiude i giochi.

Andrea entra in campo al posto di Calabria al 66′ con il risultato non più in bilico; si limita a qualche discesa sulla fascia destra, prestando attenzione in fase difensiva. Gattuso vuole che il terzino lecchese metta più benzina possibile nelle gambe, in modo che lo possa reputare un titolare da qui alla fine della stagione.

ANDREA ARRIGONI

In Serie B il Lecce pareggia uno a uno contro il Venezia di Walter Zenga; i salentini non riescono ad avere la meglio e perdono contatto con la vetta della classifica.

Le marcature sono tutte nel secondo tempo: al vantaggio dei lagunari al 50′, risponde Palombi cinque minuti più tardi.

Il nostro “Arri” rimane in panchina per tutti i novanta minuti, aspettando una chance per dimostrare di essere all’altezza della cadetteria.
.

G.Gi.

 

 

Pubblicato in: Città, Sport, News Tags: , , , , , , ,

Condividi questo articolo

Articoli correlati