ROCCHI (SOCCORSO ALPINO)
AI FUNERALI DI GIARLETTA:
“NON HO PIÙ VOGLIA, TROPPO
FORTE QUESTA MAZZATA”

funerali giarletta 6LECCO – File e file di giubbe rosse del Soccorso Alpino hanno riempito la vasta basilica di san Nicolò a Lecco per accompagnare il feretro di Giovanni ‘Ciarly‘ Giarletta. Davanti all’altare l’immagine del Cerro Torre, una  spedizione fresca fresca di questo alpinista fortissimo e generoso, vice capostazione della XIX Delegazione del Cnsas di Lecco.

E in coda alla messa è toccato a due decani del Soccorso parlare per tutti, Giuseppe ‘Calumer‘ Orlandi e Giuseppe Rocchi il capostazione di Lecco del Soccorso Alpino .

Funerale Giovanni Giarletta (62)Il primo gli ha dedicato la preghiera dell’alpinista e con due pennellate ha detto tutto dell’uomo: “Era un amico, solare”. Rocchi con il classico modo asciutto della gente della montagna ha dato il senso di una perdita enorme, perché Ciarly sia per bravura che per carattere rappresentava una speranza tra le nuove leve: “Ha sempre risposto a ogni chiamata, non ne ha persa mai una”. E adesso questo capo stazione rivela: “Non ho più voglia di fare nulla: questa è una mazzata troppo forte”.

Il senso della potente dichiarazione si ritrova nelle esperienze condivise tra i due: “Ho partecipato alla preparazione dell’uscita in Patagonia, mi trascinava con lui e mi ha portato a fare cose talmente difficili”. Rocchi recriminava sulle difficoltà non adatte “a un pensionato” ma riceveva in risposta da Giarletta rassicurazioni, perché un alpinista riesce sempre ad andare. E lui, Ciarly, di andare aveva sempre voglia, “un fuoco dentro“.

Giarletta in foto di Rocchi

Giovanni_GiarlettaDi poche parole, a dicembre scorso quando fu proposto alla candidatura come vice capostazione mostrò la sua umiltà, temendo di non essere all’altezza. “Lo stavo preparando, in soli due anni sarebbe stato pronto a prendere il mio posto, aveva la giusta dose di responsabilità”, ha sottolineato ancora Rocchi.

È stata un’amicizia profonda, tra chi possiede esperienza da trasmettere e chi ha la forza di raccogliere il testimone.

Funerale Giovanni Giarletta (39)A questo 38enne tanto stimato è stato dedicato un funerale solenne, presenti le autorità tra le quali il prefetto Liliana Baccari, il responsabile del Soccorso pubblico Stefano Simeone, l’assessore Anna Mazzoleni per il Comune di Lecco, le alte cariche delle forze dell’ordine.

E poi i Vigili del fuoco, colleghi del Soccorso in montagna, i rappresentanti di Croce Rossa, dell’Anpas, del Soccorso san Niccolò e del CAI.

E ovviamente la famiglia: il nonno, i genitori e il fratello.

funerali giarletta 3A officiare la messa il prevosto monsignor Cecchin, nella scelta delle letture il richiamo al giorno del Giudizio (lettera del profeta Daniele, lettera di san Paolo ai Filippesi, vangelo secondo Matteo), quando Dio risveglierà e darà luce eterna ai giusti.

Persone che hanno fatto del bene agli uomini come Ciarly nelle sue missioni d’aiuto.

funerali giarletta

 

Pubblicato in: Religioni, Eventi, Montagna, Associazioni, Città, Valsassina, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati