RITARDI DI TRENORD, BOCCIATE
4 DIRETTRICI LECCHESI SU 5:
A SETTEMBRE SCATTA IL BONUS

LECCO – I pendolari lo possono testimoniare: il mese di giugno è stato uno dei peggiori per chi deve utilizzare ogni giorno le linee di Trenord.

Ben 29 direttrici su 38 non hanno rispettato gli standard di affidabilità, un risultato deludente per il gestore del traffico ferroviario lombardo.

I tassi di disservizio più alti sono stati registrati sulla direttrice Chiasso – Como – Monza – Milano (12,10%, più del doppio rispetto allo standard minimo del 5%), la peggiore delle linee lombarde.

Delle cinque direttrici lecchesi, quattro sono quelle con il bollino rosso: Lecco – Molteno – Monza – Milano (7,37%), Lecco – Molteno – Como (5,27%), Lecco – Bergamo – Brescia (10,63%), Lecco – Carnate – Milano (9,04%).

Solo la Tirano – Sondrio – Lecco – Milano non sfora lo standard minimo di affidabilità – che tiene conto di ritardi e soppressioni dei treni – rimanendo al di sotto del 5% con un punteggio di 3,34%.

Per i viaggiatori delle direttrici bocciate possessori di abbonamento ferroviario mensile e annuale a Tariffa Ferroviaria Regionale scatta a settembre il diritto al bonus di sconto. Rimarranno esclusi i pendolari della linea Tirano – Sondrio – Lecco – Milano, rimasta entro lo standard di affidabilità nonostante i molti ritardi subiti.

Pubblicato in: lavoro, Viabilità, Città, Hinterland, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati