DUE CORAGGIOSI HANNO PROVATO
A SALVARE IL 58ENNE LEGANDOLO
A UNA PIANTA, MA ERA TARDI

LECCO – Emergono nuovi particolari sulla tragedia appena consumata sulla Cresta della Giumenta dove questa mattina ha perso la vita un 58enne di Cologno Monzese, precipitato per 200 metri dopo essere probabilmente scivolato sul sentiero attrezzato.

Due giovani alpinisti che erano a pochi metri dallo sventurato lo hanno visto cadere e si sono adoperati aggirando un torrione per scendere immediatamente in suo aiuto, rintracciandolo poco dopo. L’uomo era privo di conoscenza ma quasi certamente già deceduto per i gravi traumi riportati; ugualmente i due (un ragazzo e una ragazza) si sono dati da fare, assicurandolo il corpo a una pianta, nel punto impervio in cui si trovava per evitare che cadesse ulteriormente. Hanno lanciato l’allarme e all’arrivo dei soccorsi purtroppo è emerso che il 58enne era deceduto.

L’escursionista era arrivato sul Resegone assieme a un amico, poi i due avevano preso vie diverse e la vittima dell’infortunio si è avventurata sulla “Giumenta”, tratto attrezzato non semplice, dove in molti non si legano affascinati dal panorama e dove invece è avvenuto il dramma, perché lì basta un mezzo passo falso per cadere.

Pubblicato in: Giovani, Montagna, Città, Nera, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati