REGIONE/PROMOSSI E BOCCIATI:
FORMENTI FORSE BEFFA PIAZZA,
MALE ANTONIO ROSSI A MILANO

lega presidio migranti flavio nogaraLECCO – Nell’efficiente Lombardia che ha scelto Attilio Fontana come prossimo governatore ancora non c’è certezza assoluta sulle preferenze che gli elettori hanno accordato ai candidati consiglieri ma un’analisi si può già fare. Detto del biglietto staccato da Flavio Nogara  (Lega) e Raffaele Straniero (Pd), e dell’incertezza che incombe su Mauro Piazza, vero recordman di preferenze nella Provincia di Lecco (3.335) ma nonostante ciò a rischio di restare fuori dal palazzo, vediamo nel dettaglio le scelte degli elettori lecchesi.

Mauro Piazza, Cesare Galli, Antonello Formenti

Mauro Piazza, Cesare Galli, Antonello Formenti

Il partito di Salvini si è imposto sull’alleato Berlusconi anche nella bilancia delle regionali, ecco allora le 2.348 preferenze attribuite al segretario provinciale Flavio Nogara eclissare le 264 conquistate dal brambilliano capolista azzurro Roberto Gagliardi. Tra Lega e Forza Italia si gioca anche l’ultimo posto lecchese nel parlamentino regionale, in “gara” proprio due numeri 1 a caccia della riconferma, ed Antonello Formenti coi suoi 1.600 consensi sarebbe in vantaggio per equilibri stabiliti più in alto su Mauro Piazza.

Meno bene è andata agli altri candidati della coalizione di centrodestra. 797 voti tengono fuori dai giochi la consigliera provinciale padana Elena Zambetti, 533 non bastano al sindaco di Vendrogno Cesare Galli, migliori tra i candidati di Fratelli d’Italia. Poteva andare meglio anche a Filippo Boscagli, consigliere a Lecco che ha ottenuto 726 preferenze, e a un altro amministratore locale, Antonella Invernizzi sindaca di Morterone (253), entrambi nella lista di Noi con l’Italia.

rossi

Non passa, con la Lista Fontana, il liernese Silvano Stefanoni. Sotto il cappello del candidato governatore – ma candidato a Milano – non va affatto bene all’assessore uscente Antonio Rossi, troppo pochi gli 861 voti per un posto in Consiglio in una lista che di suo non si è imposta. Si vedrà nei prossimi giorni se per lui ci sarà un ruolo in giunta, ma qui la lista di candidati è lunga e in corsa c’è anche l’altro lecchese Daniele Nava.

Raffaele Straniero 1Sull’altra sponda, nella lista del Partito democratico, la sfanga di un soffio il consigliere uscente Raffaele Straniero (2.467), insediato seriamente dalla casatese Marta Comi (2.467). 784 le preferenze di Anna Niccolai, qualcosina meglio del collega di Palazzo Bovara Boscagli. Tutti sopra i cento voti, ma nessuno oltre i duecento, i nomi della lista Gori presidente: il migliore è l’architetto Giulio Ceppi, 145 ne prende l’ex sindaco di Colico Raffaele Grega.

emanuele manzoni 1Bottino di 163 preferenze quello della migliore tra i grillini, Mary Fogli, rappresentante del Movimento 5 Stelle che in provincia cresce ma è ancora lontano dalle vette raggiunte nel Paese. A sinistra il meglio lo dà il giovane Emanuele Manzoni, 442 i voti raccolti: risultato ben superiore a quello di tanti avversari più sponsorizzati.

 C.C.

elezioni regionali LEGA

elezioni regionali FORZA ITALIA

elezioni regionali FRATELLI D'ITALIA

elezioni regionali LISTA FONTANA

elezioni regionali NOI CON L'ITALIA

elezioni regionali PARTITO DEMOCRATICO

elezioni regionali GORI PRESIDENTE

elezioni regionali INSIEME

elezioni regionali LOMBARDIA PROGRESSISTA

elezioni regionali +EUROPA

 

 

elezioni regionali MOVIMENTO 5 STELLE

elezioni regionali LIBERI E UGUALI

 

Pubblicato in: politica, Città, Hinterland, Valsassina, Lago, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati