0

REFERENDUM/VOTA MENO DEL 40%. DÉBACLE TECNOLOGICA, RISULTATI INCERTI A 11 ORE DALLA CHIUSURA

referendum cartello 37 percentoLECCO – Malgrado evidenti difficoltà in campo tecnologico, il referendum voluto da Maroni “avrebbe ottenuto” alla fine il risultato voluto. O quasi. Portare alle urne circa il 40% dei lombardi non è ancora certo, nella notte è comparso un avviso sul sito della Regione (quello ufficiale della consultazione ha fatto desolatamente flop) che parla di un 37% di affluenza alle urne e proiezioni intorno al 38-39. Meno della somma dei voti di chi ha lanciato il referendum e dei grillini – dichiaratamente a favore.

Alla rilevazione delle 19 di domenica, Lecco si segnalava a livello di provincia come la seconda in assoluto alle spalle solo di Bergamo. Ma ancora alle sette e mezza del mattino non è possibile fornire informazioni precise sull’andamento del voto. Un fatto incredibile, mentre in Veneto con le vecchie schede di carta si è sfiorato il 60% e i risultati sono arrivati regolarmente. Eppure Maroni sul (costoso) voto elettronico ha dichiarato: “Invierò una relazione al ministro dell’Interno per suggerire di utilizzarlo anche per le prossime elezioni politiche e anche alle Regionali in Lombardia”.

CRASH/Il sito del referendum ha smesso di funzionare

REFERENDUM SITO CRASH
(situazione alle 08:30 del 23 ottobre)

 

Pubblicato in: Annone, Ballabio, Calolziocorte, Città, Civate, Economia, Elezioni, Galbiate, Garlate, Hinterland, Lago, Malgrate, News, Oggiono, Olginate, Pescate, politica, tecnologia, Valmadrera, Valsassina, Vercurago Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati