PUGILE SUL RING E IN CELLA:
MOUTAHARRIK AGGREDISCE
I CARCERATI “INFEDELI”

GIORNO PUGILE ISISVALMADRERA – Abderrahim Moutaharrik, 27enne di Valmadrera originario del Marocco, campione di kickboxing, arrestato nell’aprile 2016 per terrorismo internazionale ha aggredito alcuni compagni di cella e altri reclusi del suo stesso braccio del carcere Bancali di Sassari, dove sta scontando la pena di sei anni – lo riporta Il Giorno.

Moutaharrik, insieme a quattro altri detenuti avrebbe creato una sorta di gang, un piccolo centro di potere all’interno del braccio: botte a chi non obbedisce agli ordini, specie se non musulmani. I dirigenti dell’amministrazione penitenziaria temendo che la situazione potesse aggravarsi passando da tali episodi di nonnismo a qualcosa di più serio, magari qualcosa di legato a una radicalizzazione jihadista, hanno smembrato il gruppo, separando i componenti in diversi bracci del carcere, in modo da isolare il pugile.

 

 

Pubblicato in: Valmadrera, Hinterland, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati