0

PROFUGHI NEL LECCHESE:
SONO 1.200 IN PROVINCIA.
“QUASI VICINI AL LIMITE”

TERZA PARTITA COI PROFUGHI (2)LECCO – Se fossero tutti insieme potrebbero formare un Comune, nemmeno tra i più piccoli della provincia di Lecco. Stando agli ultimi dati raccolti mercoledì, sono infatti 1.192 le persone richiedenti asilo politico sotto il controllo della prefettura. Si tratta per lo più di uomini e per la maggior parte di nigeriani, che scappano dalle atrocità di Boko Haram. Ma il gruppo è variegato.

Corso Promessi sposi, infatti, si prende in carico sia delle persone arrivate in Italia dopo aver attraversato l’Africa e, quindi, il Mediterraneo su barconi di fortuna, sia da migranti giunti dall’Asia, spesso pakistani, arrivati in camion attraverso i Balcani. “Con l’arrivo del freddo ci sono meno sbarchi – spiega il capo di gabinetto della prefettura Marcella Nicoletti –, però questo è sicuramente il numero più alto di richiedenti asilo che ci sia mai stato sul territorio lecchese. Ancora qualche unità e avremo raggiunto il limite imposto dal ministero”. Anche se, di fatto, se dovessero esserci altri arrivi in massa, l’asticella non farebbe troppa fatica ad alzarsi.

mir sada aiuti umanitari profughi maggianico 1La maggior parte dei profughi è stanziata a Lecco. Il centro più capiente è quello creato nei moduli abitativi di Rivabella, dove si trovano in tutto 227 persone. Sono invece 136 i migranti che sono stati smistati al Ferrohotel, dietro il centro commerciale La Meridiana. Entrambe le strutture sono gestite dalla cooperativa Progetto Arca. Al terzo posto, per numero di persone, c’è l’ex colonia degli Artigianelli a Cremeno, che conta 124 ospiti ed è gestita da Domus Caritas. Gli altri centri sono più piccoli. In 77 dimorano in un ex convento nel capoluogo, sono 85 in una ex caserma di Airuno, ancora 47 in appartamenti a Lecco, mentre a Ballabio 46 extracomunitari sono stanziati in un ex convento.

A Esino Lario il Coe gestisce una struttura che tiene 41 persone, mentre altri 15 sono nella sede di Barzio. A Colico, in un ex albergo, la prefettura ha trovato rifugio per 28 profughi, a Olginate 26 migranti si trovano in appartamento, altri 22 sono in una ex casa del clero a Lecco. Insomma, da nord a sud della provincia sono sempre più i richiedenti asilo politico sparpagliati per i vari centri.

F.L.

 

 

Pubblicato in: Città, Hinterland, Immigrazione, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati