CASO CASTAGNA-SORRENTINO,
LE DIFESE: “MANCANO LE PROVE”
E CHIEDONO L’ASSOLUZIONE

LECCO = L' ARRIVO INB TRIBUNALE , SUL FURGONE DELLA POLIZIA PENITENZIARIA  , DI FRANCESCO SORRENTINO (EX CONSIGLIERE COMUNALE DELLA LEGA NORD ) E MAURIZIO CASTAGNA ( TECNICO COMUNALE ) , ARRESTATI DALLA GUARDIA DI FINANZA PER PRESUNTE TANGENTILECCO – Il Pm Silvia Zannini aveva chiesto sei anni di condanna per entrambi gli imputati. Oggi al Palazzo di Giustizia del capoluogo le arringhe dei difensori di Sorrentino e Castagna, che hanno  smontato le accuse punto dopo punto e ricondotto la vicenda a Giovanni  Minervini che ha già saldato il conto con la giustizia, patteggiando la pena.

Infatti gli avvocati Valentina Ramella e Stefano Pelizzari, difensore  di Francesco Sorrentino, hanno ripercorso l’intera vicenda, le  telefonate e gli intrecci a Palazzo Bovara, puntando sul ruolo dell’ex consigliere comunale Giovanni Minervini. L’avvocato Stefano Pelizzari  ha chiesto al collegio giudicante, presieduto da Enrico Manzi, a latere Chiara Arrighi e Salvatore Catalano, di trovare delle prove sui reati  di cui è accusato Sorrentino. “A mio parere – ha concluso Pelizzari – il fatto non sussiste e quindi Sorrentino deve essere assolto”.

maurizio castagnaPoi le avvocatesse Marilena e Patrizia Guglielmana, che assistono il  geometra Maurizio Castagna, all’epoca dei fatti nell’ufficio tecnico di Palazzo Bovara, hanno ricostruito i fatti, dicendo “non c’è traccia delle presunte mazzette”. “L’unica banconota trovata – ha aggiunto l’avvocato Marilena Guglielmana – è da venti euro, che serviva per una marca da bollo, mentre non ci sono documenti nell’inchiesta condotta  dalla Finanza di incontri e telefonate tra Castagna e Sorrentino o tra Castagna e Minervini”. L’unico incontro fortuito è stato in un bar del centro storico di Lecco, ma per i due legali era stato causale. Quindi – secondo i difensori di Maurizio Castagna non ci sono i presupposti per condannare il tecnico comunale e hanno chiesto l’assoluzione. Ora si passa alle repliche, fissata al 1 marzo.

 

 

 

Pubblicato in: Calolziocorte, Città, Hinterland, Nera, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati