PROCESSO ALLA GUARDIA MEDICA:
NIENTE RICHIESTA D’AMBULANZA
PER L’ALPINISTA INFARTUATO?

LECCO – Testimonianze tecniche ed emozioni forti nella nuova udienza del processo a Furio Riccio, professionista di turno il 13 aprile del 2014 alla Guardia Medica di Introbio, accusato di omicidio colposo.

Quel giorno il 52enne di Annone Brianza Luca Borghetti venne portato da un amico al poliambulatorio in località Sceregalli perché aveva accusato poco prima un malore scalando una falesia alle Placche di Introbio. L’imprenditore e appassionato di montagna morì qualche minuto dopo mentre…

L’ARTICOLO COMPLETO su Valsassinanews il quotidiano on line della Valsassina

 

Pubblicato in: Sanità, Valsassina, Nera, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati