SANITÀ, PRESUNTE TANGENTI:
FORMIGONI DI NUOVO A PROCESSO,
NELLA “MAZZETTA” CENE E VIAGGI

CREMONA – Roberto Formigoni di nuovo a processo per corruzione e turbativa d’asta. L’ex governatore della regione Lombardia è infatti stato rinviato a giudizio dal gup di Cremona, Paolo Beluzzi, nell’ambito dello stralcio cremonese del procedimento relativo alle presunte tangenti nella sanità.

L’accusa è di aver ricevuto dall’ex consigliere lombardo di Forza Italia Massimo Guarischi 447 mila euro, in cambio di un “trattamento preferenziale” all’imprenditore Giuseppe Lo Presti nella gara per l’acquisto, da parte dell’ospedale di Cremona, di un’apparecchiatura diagnostica usata in campo oncologico.

In quei 447mila euro secono l’accusa figurano anche un orologio di lusso, un viaggio in sudafrica, l’affitto di un aereo e di elicotteri…

> LEGGI TUTTO SU Il Fatto Quotidiano

 

Pubblicato in: politica, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati