PRESIDIO AMBIENTALISTA
CONTRO LE EMISSIONI
‘RIDURRE I DANNI DEL FORNO’

presidio ambientalisti fuori inceneritore silea (11)VALMADRERA – Il Coordinamento Lecchese Rifiuti Zero, composto dal Circolo Ambiente Ilaria Alpi, WWF Lecco, Comitato Prealpino Cittadinanza Attiva, L’Altra Via, Gruppo Difesa Natura Suello, Qui Lecco Libera, Associazione Monte Brianza, Rete Donne Brianza, Arci Civate, Comitato Lecchese Acqua Pubblica, La Foglia, protagonista del presidio contro l’aumento della quantità di rifiuti inceneriti al forno di Valmadrera.

7.000 firme sono state raccolte contro gli sprechi in termini di rifiuti tossici ed economici e al grido di “Non bruciate il nostro futuro“, nel pomeriggio di oggi si sono radunati alcuni manifestanti all’esterno dei cancelli dell’inceneritore.

presidio ambientalisti fuori inceneritore silea (1)La proposta del Comitato Lecchese Rifiuti Zero pesa 30.000 tonnellate annue,  il peso delle polveri nocive che vengono prodotte ogni anno dal forno e devono essere smaltite, perciò trasformando il forno in una fabbrica dei materiali si potrebbe creare una strategia diversa e moderna di gestione dei rifiuti. Un sistema moderno in termini di sostenibilità economica ed ambientale.

La richiesta principale del presidio è data dall’abbattimento delle emissioni, mediante la trasformazione dell’inceneritore in fabbrica dei materiali e al blocco degli investimenti relativi al progetto del teleriscaldamento. I risultati saranno dati dal maggiore risparmio, salute, riciclo e dall’aumento dei posti di lavoro, generati dalla filiera del riciclo.

Martina Panzeri

presidio ambientalisti fuori inceneritore silea (14)

 

 

Pubblicato in: Valmadrera, Ambiente, Sanità, Hinterland, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati