PRECIPITATI IN VALCHIAVENNA
DUE ALPINISTI MANDELLESI:
FUORI PERICOLO IL PIU’ GRAVE

riccardo rivaCAMPODOLCINO (SO) – E’ fuori pericolo Riccardo Riva, 60enne di Mandello, che ieri mattina era stato soccorso e ricoverato d’urgenza con un forte trauma cranico. Con lui un altro lariano, Giulio Rompani, 59enne, che si è procurato una frattura ad un arto.

L’incidente ieri mattina, domenica, verso le otto e mezza in Alta Valchiavenna, dove tre escursionisti (due di Mandello e uno di Canzo) legati in cordata sono precipitati all’improvviso in un canalone sul Pizzo Stella, ad oltre 2.000 metri di quota.

Mentre stavano salendo sulla via Federica, il primo della cordata – un istruttore esperto – avrebbe perso il contatto con la parete, scivolando a valle e trascinando con sé gli altri due componenti della cordata.

Raggiunti e recuperati con l’intervento di due eliambulanze (Bergamo e Como) i tre versavano in condizioni fisiche diverse: uno di loro, Riccardo Riva, il più grave, ha riportato un forte trauma cranico ed è stato elitrasportato all’ospedale di Varese. Ha 60 anni, è mandellese e dopo i primi accertamenti è stato giudicato fuori pericolo. Un secondo, Giulio Rompani, 59enne e anche lui di Mandello, ha subito la frattura di un arto ed ora è al “Manzoni” di Lecco mentre l’altro componente della spedizione, un 21enne di Canzo, è rimasto illeso ed è stato visitato a Chiavenna.

Sul posto sono giunti anche i tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico di Madesimo e i militari del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza.

> Su Lario News aggiornamenti costanti sulle condizioni di salute degli alpinisti

 

Pubblicato in: Montagna, Lago, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati