“PITTURA UNO”, LA MAGIA
DELL’ARTE CONTEMPORANEA
NEL CUORE DEL CENTRO

pittura uno - collettiva lecco (6)LECCO – Allestita nel cuore del centro di Lecco la collettiva d’arte contemporanea di “Pittura Uno 1984 – 2015“, al primo piano della Torre Viscontea, a pochi passi dal Palazzo delle Paure. Un onore per la città, che vede negli artisti molti cittadini impegnati nella cultura, nell’arte, nella didattica e nella valorizzazione del patrimonio artistico.

Dieci nomi legati tra loro da un progetto comune nato nell’84, Pittura Uno, un ensemble culturale di giovani emergenti nel campo delle belle arti, di cui fotografi, pittori, scultori, grafici, che oggi a distanza di qualche decennio si riuniscono in un giro tondo di opere che entrano nella mente e nel cuore. E’ un momento nel quale si ha una facile opportunità di trovare o cominciare a conoscere l’arte contemporanea, peraltro autografata da persone vicine ai cittadini e agli studenti, squisite e disponibili, che vivono sul campo professionalmente e con molta dedizione.

Ad aprire l’inaugurazione un breve pensiero dell’assessore Michele Tavola, subito seguito dall’eleganza di Marzia Galbusera, una delle artiste e docente del liceo artistico di Lecco, che ha raccontato la mostra come momento di piacevole ritrovo di amici e colleghi dopo anni, che, seppur agendo nel campo con diverse tecniche e sviluppando vari temi, hanno allestito uno spazio portando opere passate e recenti in un clima di piacevole convivialità. Oltre a lei hanno esposto gli artisti Enrico Avagnina (architetto), Federico Bario (pittore), Fabrizio Martinelli (scultore), Lorena Olivieri (pittrice), Vito Pagone (architetto), Maurizio Romanò (pittore e fotografo), Luisa Rota Sperti (grafica), Massimo Valenti (illustratore), Piero Vannucci (pittore).

pittura uno - collettiva lecco (7)La mostra ci si offre come ordinato calderone di tecniche diverse tra loro e i temi ci conducono dal reale al fiabesco, dal disordine alla quiete, raccontandoci il percorso che questi straordinari artisti hanno approfondito e sperimentato in questi anni. Alcuni di loro sono appassionati insegnanti, figure guida per gli allievi del “Medardo Rosso”, un liceo che porta alta la bandiera dell’Arte, via, che tutti ci auguriamo, possa essere seguita dalle nuove generazioni per riportare il meritato prestigio culturale al nostro paese. Un invito da non perdere per tutti i cittadini, in modo particolare per gli studenti, perché non considerino l’istituzione scolastica come un gelido luogo di nozioni fini a sé stesse ma un’opportunità per la loro vita, dove conoscere l’anima e il cuore di uomini e donne che dedicano il loro tempo alla didattica e al lancio di una nuova generazione.

Nel piccolo catalogo, disponibile in loco, Federico Bario, presentando il ritorno di Pittura Uno scrive “(…) la politica si arrese ai demoni della creatività (…)”. E’ certamente un messaggio tra le righe rivolto ai giovani, che ancora oggi, spesso vincolati dalla burocrazia e da riforme deliranti, perdono speranza e coraggio, ma l’esistenza di testimonianze come questa devono far ritrovare a costoro la voce e l’espressione.

La collettiva è aperta al pubblico fino al 29 marzo 2015 il mercoledì dalle 9 alle 13 e dal giovedì alla domenica dalle 15.30 alle 18.30. L’ingresso è libero.

Michele Casadio

 

 

Pubblicato in: Cultura, Eventi, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati