0

SINDACATI PRONTI ALL’AGITAZIONE: “ULTIMATUM” DI UNA SETTIMANA ALL’ASST PER L’ATTESO INCONTRO

OSPEDALE SEGNALETICALECCO – Acque agitate nei rapporti tra ASST di Lecco e organizzazioni sindacali. Il malessere vede allineati organizzazioni di categoria “tradizionali” e USB, accomunati dal dissenso verso una dirigenza dell’Azienda Sanitaria che viene accusata di non risolvere le criticità (in particolare la carenza di personale, ma non solo), continuando a rinviare un incontro coi rappresentanti dei lavoratori, chiesto da tempo e ancora non concretizzato.

E così dopo un confronto sul tema dei fondi contrattuali ex Asl ed ex Azenda Ospedaliera, i sindacati stanno valutando l’ipotesi di indire assemblee generali in tutta l’ASST di Lecco con la probabile successiva dichiarazione dello stato di agitazione dei dipendenti.

SINDACATI OSPEDALE2Qualche giorno fa, nel vertice sui fondi contrattuali è stato richiesto ancora una volta un incontro finalizzato a una trattativa sindacale su tematiche giudicate a tutt’oggi “inevase” da parte dell’ente. L’azienda avrebbe risposto al tavolo sindacale chiedendo di riformulare una (ennesima) richiesta per l’atteso incontro, fatto questo che ha scatenato una forte reazione: tra le proposte c’è quella di dare alla direzione generale una settimana di tempo e, in caso di mancata risposta alle richieste sindacali, l’indizione come detto delle assemblee con lo scopo di dichiarare l’agitazione dei lavoratori della sanità pubblica lecchese.

Pubblicato in: Città, Economia, Hinterland, News, Sanità Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati