OMICIDIO DI SOGNO, GUZZETTI
IN AULA AL TRIBUNALE DI COMO. AMMESSE DUE PARTI CIVILI

GUZZETTI KILLER E VITTIMACOMO – Comparso davanti alla Corte d’Assise di Como Roberto Guzzetti, sessant’anni, imputato per l’omicidio della 88enne Maria Adeodata Losa, colpita da dieci coltellate nella sua casa nella frazione Sogno a Torre de’ Busi l’11 giugno dello scorso anno.

Figlio di vicini di casa dell’anziana vittima, Guzzetti – che si è proclama innocente – è stato arrestato un mese dopo il delitto. In aula a Como, il PM di Lecco Paolo Del Grosso ha sostenuto l’accusa, affermando come Guzzetti fosse sulla scena del crimine ed illustrando  gli elementi a carico dell’uomo: impronte, intercettazioni ambientali in carcere, testimonianze secondo le quali l’imputato avrebbe tentato di cosituire un alibi. Acquisite anche alcune immagini dell’auto di Guzzetti che potrebbero essere collegate all’omicidio.

Ammesse come parti civili dalla Corte d’Assise l’anziana sorella e la pronipote della vittima.

Pubblicato in: Hinterland, Nera, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati