MORTE AGENTE PISCHEDDA:
CHIESTA L’ARCHIVIAZIONE,
MA LA FAMIGLIA SI OPPONE

Pischedda Francesco 1P DIVISALECCO – Chiesta l’archiviazione del caso sulla morte dell’agente Francesco Pischedda, ma i legali e la famiglia del poliziotto si oppongono. Ieri all’udienza davanti al Gip Massimo Mercaldo erano presenti la madre Diana Mirabella e il padre Gianni, che hanno ribadito la vicinanza della Polizia di Stato, e chiesto di “voler giustizia“.

Il punto delicato della faccenda riguarda quelle 5 ore e 40 in cui Pischedda, dopo la caduta dal cavalcavia mentre inseguiva un malvivente, è rimasto prima a terra, poi trasportato all’ospedale di Gravedona ed Uniti, infine al Manzoni di Lecco dove è arrivato ormai esanime.

> LEGGI TUTTO su
link-larionews

 

 

 

 

 

Pubblicato in: Città, Lago, Nera, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati