M’ILLUMINO DI MENO: A LECCO
PROTAGONISTE LE SCUOLE

LECCO –Anche quest’anno ritorna a LeccoMI ILLUMINO DI MENOMi illumino di meno”. L’iniziativa, promossa in diverse città italiane, per sensibilizzare i cittadini sul risparmio energetico, quest’anno cade venerdì 13 febbraio. «E’ un appuntamento che rinnoviamo da quando siamo stati eletti come giunta» spiega Vittorio Campione, assessore all’Ambiente per il Comune di Lecco «ogni anno centinaia di persone partecipano, grazie anche al contributo di Linee Lecco.» Come ha illustrato da Renato Muratore, amministratore unico della società di trasporti, verranno infatti messe a disposizione dei partecipanti alcune corse gratuite durante la durata della manifestazione. Quest’ultima avrà inizio alle 17.45, e si terrà anche in caso di pioggia, quando in Comune si ritroveranno gli alunni delle scuole lecchesi.

Dopo aver presentato le loro idee al sindaco, gli studenti formeranno una sfilata al buio: dalle 18.15, illuminati solo da torce a dinamo o alimentate a energia rinnovabile, dopo aver percorso Largo Montenero, Via Bovara, Piazza XX Settembre, Via Mascari e Via Cavour, concluderanno la manifestazione in Piazza Mazzini. «Come sempre i bambini faranno a gara a invitare negozi, abitazioni e servizi culturali a spegnere i dispositivi elettrici non indispensabili» precisa l’assessore: «i più piccoli sono da sempre gli ambasciatori dei buoni comportamenti presso le famiglie, ma questa edizione è specificatamente dedicata a loro.» Il tema della manifestazione quest’anno è infatti “Ogni scuola è illuminata!” in riferimento alle luce che viene dalle idee e dalle buone pratiche che animano gli istituti scolastici italiani.

MI ILLUMINO DI MENO

Fra cui, per il quarto anno, c’è anche il Fiocchi: Davide Como e Andrea Corti, del 5° anno di Assistenza Tecnica, hanno illustrato il progetto per l’edizione 2015 che verrà ulteriormente approfondito martedì 10 alle 10,30 all’interno del programma Caterpillar di Radio 2, che anni fa ha lanciato l’idea dell’iniziativa. Insieme alla scuola media Stoppani un motore eolico è stato adattato in modo da essere attivato tramite la pedalata degli utenti, in questo modo verranno illuminati Comune e monumenti di Lecco. Insieme alla classe del serale, è stata invece realizzata, di fronte all’ingresso dell’istitut,o una riproduzione in miniatura della barca Lucia, alimentata da pannelli solari.

MI ILLUMINO DI MENO

Proprio i lavori relativi alla copertura delle scuole in pannelli fotovoltaici verrà a breve ultimata: dopo la rimozione dell’eternit, gli studenti lecchesi potranno andare a studiare in istituti illuminati dall’energia prodotta dal sole, i primi edifici pubblici ad adottare questo sistema. «E’ anche vero che il kilowatt/ora più ecologico è quello non consumato: bisogna innanzitutto ridurre gli sprechi e poi usare fonti alternative» sottolinea l’assessore che aggiunge: «Lecco risente dell’inquinamento luminoso: come obbiettivo vorremmo dotarci di un piano dell’illuminazione, ma per ora i vincoli economici non ce lo consentono.

Allo stesso modo vorremmo applicare accorgimenti volti alla riduzione degli sprechi come le luci temporizzate, in uso in altre nazioni. Il Comune di Lecco nonostante le risorse limitate agisce comuqnue su questo fronte: da tempo abbiam infatti stipulato una convenzione con Enel Sole. In cambio del versamento di un canone annuale la società si impegna a rinnovare e modernizzare il patrimonio dell’illuminazione pubblica: anno dopo anno le vecchie luci, vengono sostituite da fonti luminose di ultima tecnologia.»

Chiara Vassena

MI ILLUMINO DI MENO - LOCANDINA

 

 

Pubblicato in: Cultura, Eventi, Giovani, In vista, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati