METASTASI/L’APPELLO CONFERMA
LE CONDANNE. A PALERMO
6 ANNI E 8 MESI, MA NON MAFIA

VALMADRERA ( LECCO ) = ARRESTO DA PARTE DELLA PROCURA DI MILANO DEL SINDACO DI VALMADRERA MARCO RUSCONI E DEL CONSIGLIERE DI LECCO ERNESTO PALERMO A SEGUITO DI UN' INADAGINE DELLA DIA NATA DAGLI INCENDI DEL PAREO BEACH NEL LUGLIO 2008 E 2009MILANO – Niente associazione mafiosa. Anche il secondo grado di giudizio respinge l’accusa più pesante nei confronti di Ernesto Palermo, Alessandro Nania e Claudio Bongarzone, tuttavia conferma in toto la condanna pronunciata un anno fa dal Tribunale di Lecco, dunque rispettivamente 6 anni e 8 mesi di reclusione, 4 anni e 8 mesi, 3 anni e 4 mesi.

Nulla da fare per il Pm che nonostante la sentenza del processo ordinario, dove è stata riconosciuta la presenza di una locale ‘ndranghetista a Lecco, non convince la Corte ad inserire il reato di associazione mafiosa anche a carico dei tre imputati che scelsero il rito abbreviato.

Una sentenza quella odierna che non sconta nulla all’ex consigliere comunale di Palazzo Bovara ed agli altri due imputati, ribadendo i reati di associazione semplice e, a vario titolo, turbativa d’astatentata estorsione ed estorsione.

 

Pubblicato in: Valmadrera, Città, Hinterland, Nera, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati