QUESTA SERA MUSICA E LETTURE
IN RICORDO DI SILVIA STEFANONI,
LECCHESE SOLIDALE COL MONDO

LECCO – Appuntamento lunedì 17 settembre alle 21, nei locali dello Spazio Teatro Invito in via Ugo Foscolo,  con “A Silvia”, serata a ingresso libero in ricordo di Silvia Stefanoni, insieme alla musica di Percussion Staff, accompagnata dalle letture di Luca Radaelli e Giusi Vassena.

Silvia Stefanoni nasce a Lecco il 9 maggio 1960. Qui frequenta le scuole elementari, medie e il liceo scientifico. Lascia Lecco per continuare gli studi alla Facoltà di filosofia con indirizzo antropologico a Siena. Per la sua tesi di laurea trascorre sei mesi su un’isoletta sperduta nel Golfo di Panama insieme agli indiani Kuna, adattandosi al loro antico stile di vita. Dopo la laurea, con una borsa di studio, va a Città del Messico e vi si ferma per oltre un anno. Qui incontra David, suo futuro sposo. Silvia lo segue in Australia, a Perth, dopo aver ottenuto una nuova borsa di studio presso l’Università di quella città. Si sposa nell’aprile del 1989 e dopo un anno e il trasferimento a Melbourne nasce Alexander.

Per Silvia inizia anche il primo impegno lavorativo. È con Oxfam, una confederazione internazionale di organizzazioni non profit che si dedicano alla riduzione della povertà globale attraverso aiuti umanitari e progetti disviluppo. È proprio ciò che Silvia desiderava: lavorare nel campo della solidarietà, sviluppare piani di aiuto, correre prontamente là dove c’è un’emergenza umanitaria. Sarà l’impegno di tutta la sua vita nelle varie associazioni in cui ha lavorato e che la porterà in giro per il mondo, in America Latina, Asia, Africa, Oceania, Europa, senza dimenticare gli incontri con personaggi importanti, il discorso all’ONU, le battaglie per far approvare la Carta dei Diritti degli Anziani. Trasferitasi a Londra, dove nasce la seconda figlia Allegra, lavora per dieci anni con Save the Children Uk e Help Age International. Nel 2000 ha contribuito alla nascita di Save the Children Italy e nel 2017 di Help Age Italia.

Purtroppo, però, per Silvia c’era in agguato un male, che neppure la sua voglia di vivere e la sua forza sarebbero riusciti a sconfiggere. L’ultima lezione che ha lasciato a chi le era vicino, la più grande è stata la dignità e anche la serenità con cui ha accettato la morte. È morta il 16 maggio 2018.

In ricordo del suo impegno per gli altri, ma soprattutto del suo sorriso aperto, del suo carattere solare e generoso, la famiglia e gli amici hanno pensato a questa serata di musica e letture, aperta a tutti, per “festeggiarla” come lei stessa avrebbe desiderato.

Percussion Staff torna a Lecco dopo il concerto del 2014 al Teatro della Società in occasione della 10° edizione di “Lecco Città dei Promessi Sposi”. La band, nata nel 1984 e composta da Marco Castiglioni, Francesco D’Auria, Mauro Gnecchi, Pietro Stefanoni e Fausto Tagliabue, continua la ricerca timbrica dei numerosi strumenti utilizzati, trovando il proprio fluire melodico in marimba, vibrafono, tromba … e voci. Luca Radaelli, regista e drammaturgo, direttore artistico del “Teatro Invito” dal 1989, e Giusi Vassena saranno voci recitanti di poesie e letture in un’alternanza di musica e parole.

 

Pubblicato in: Cultura, Eventi, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati