0

L’OLGINATESE COMPIE 50 ANNI,
LA ‘CANTERA’ SARÀ LA CHIAVE
PER IL RIPESCAGGIO IN D

olginatese logoOLGINATE – L’Olginatese non teme la retrocessione. Nonostante la squadra sia finita in Eccellenza dopo i playout dello scorso maggio persi contro il Lecco, il club bianconero punta già a ritornare in serie D per la diciassettesima volta consecutiva e a stare nella parte alta della classifica.

“Abbiamo presentato la domanda di ripescaggio – afferma il direttore generale Fabio Galbusera a Il Giorno –: settimana prossima sarà stilata la classifica dalla Lega, redatta in base ai punteggi in campionato ed entro i primi giorni di agosto dovremmo avere la certezza della categoria in cui giocheremo”. Il dirigente però chiarisce subito che “piuttosto di giocare in Eccellenza andremo a fare altro”, senza ostentare arroganza, ma una sicurezza dettata dal fatto che l’Olginatese dovrebbe essere in cima alla lista per essere ripescata, partendo dalla storia degli ultimi campionati, passando per il settore giovanile al top in categoria, ma tenendo conto anche della solidità societaria che invece manca in molte altre realtà in Interregionale. Galbusera è quindi già al lavoro per creare una squadra che in mano a mister Giovanni Arioli possa dare soddisfazioni all’ambiente. ”Festeggeremo il cinquantesimo anniversario della fondazione del club, quindi vogliamo costruire una squadra che possa celebrare questo compleanno, facendo dimenticare l’amarezza della scorsa stagione e che ambisca a risultati migliori degli ultimi anni”.

Intanto però l’Olginatese si conferma un vivaio di alta qualità, con alcuni giocatori in erba già migrati verso società professionistiche. “Armand Rada e Alessandro Minelli, attaccante e difensore classe ’99, sono stati riscattati dall’Inter a titolo definitivo – spiega Galbusera –, Riccardo Colombo, centrocampista di 16 anni, è andato al Carpi, Andrea Tarasco, difensore diciassettenne, approderà al Frosinone, mentre Cristian Airoldi, anch’esso difensore del 2002 sarà dell’Inter. Il nostro lavoro con il settore giovanile non si ferma, anzi abbiamo sempre più giocatori richiesti da grandi squadre e per noi rimane un motivo di orgoglio”. È proprio dalla “cantera” che vogliono ripartire i bianconeri. Non per nulla in questi giorni sta andando in scena l’Olginatese summer camp, per tutti i bambini dai sei ai 14 anni.

 

 

Pubblicato in: Hinterland, News, Olginate, Sport Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati