LECCO/SPACCIO IN VIA FERRIERA
PER GLI STUDENTI DEI LICEI.
TRENTA MIGRANTI DENUNCIATI.
LA COOPERATIVA: “FINALMENTE”

questura guglielmino cadedduLECCO – Si spacciava hashish e marijuana in via Ferriera, il percorso pedonale tra il Ferrhotel che ospita richiedenti asilo e il centro commerciale cittadino, con un sistema di sentinelle che rendeva inefficaci i normali controlli di polizia.

Protagonisti alcuni dei migranti lecchesi ma anche “colleghi” provenienti da altri centri della provincia. Destinatari soprattutto ragazzi in età da liceo, che nelle ore di entrata e uscita da scuola creavano un vero viavai.

Mercoledì pomeriggio è scattato il blitz della Mobile di Lecco dopo che una telecamera posizionata sulla rotonda di via Balicco e un servizio di osservazione ha permesso di ricostruire la vicenda e incastrare gli spacciatori. Agenti in borghese e non hanno chiuso le vie di accesso al percorso pedonale e al Ferrhotel.

blitz polizia ferriera ferrhotel 2

La droga veniva nascosta nella spazzatura, sequestrato circa un chilo e mezzo di sostanze stupefacenti.

Trenta i richiedenti asilo identificati e denunciati, altri tre quelli colti in flagranza e solo uno con precedenti. Dodici di loro provenivano proprio dal Ferrhotel, gli altri dalle comunità di Cremeno, Malgrate, Ballabio e Calolziocorte. Tutti africani di diverse nazionalità, uno di essi aveva ottenuto il diritto d’asilo, due invece risultano essere clandestini e estranei al percorso di accoglienza.

Sebbene limitato a droghe leggere, non pare infatti si smerciassero cocaina e eroina, il giro di spaccio era notevole: quasi 100 cessioni al giorno di cui il 50% con minorenni, per la gran parte italiani.

blitz polizia ferriera ferrhotel 1

Ora si aprono nuovi scenari per il Ferrhotel e l’accoglienza in città. Tra le ipotesi c’è anche quella che venga revocata la concessione del bando alla cooperativa anche se la questura ha fatto sapere che è stata collaborativa e non è stata riscontrata nessuna complicità con gli spacciatori. Al termine dell’operazione gli operatori della cooperativa si sono lasciati andare a un “finalmente” con la polizia. Provvedimenti su cui si pronuncerà la prefettura mentre già domani il Comune di Lecco predisporrà un’ordinanza di riqualificazione in via Ferriera.

 C.S.

 

Pubblicato in: Città, Hinterland, Ballabio, Valsassina, Lago, Nera, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati