0

“LEGGE 75-CARA SIGNORA MERLIN”
BUONA LA PRIMA A LECCO
PER LA COMPAGNIA DEL LAGO

Rigamonti e Ravagnati_Compagnia del LagoLECCO - È stata un successo di presenze la prima dello spettacolo Legge 75-Cara signora Merlin, che ha debuttato a Lecco lo scorso sabato 8 aprile. La Compagnia del Lago ha infatti deciso di dedicare la prima di questo nuovo spettacolo alla città in cui otto anni fa nacque l’associazione, che oltre a essere compagnia teatrale professionale, è anche scuola di teatro con relativa compagnia teatrale degli allievi.

Lo spettacolo è andato in scena in una sala Ticozzi al completo, con pubblico lecchese e milanese, giunto in città per la ‘prima’ diretta dal regista e autore Daniele Cauduro. La prima lecchese è stata anche serata di raccolta fondi da destinare a Medici senza frontiere, per i loro interventi in situazioni d’emergenza nel mondo. Partecipe e caloroso il pubblico che, oltre ad applaudire lo spettacolo, si è commosso e aperto a riflessioni e spunti sul tema trattato dallo spettacolo.

Trio attrici Molteni-Valsecchi-Pavan_Compagnia del LagoNel cast: Elisabetta Molteni, Stefania Valsecchi, Alice Pavan (attrici storiche della compagnia) e due nuove presenze, Alessandro Ravagnati ed Elisabetta Rigamonti. Lo spettacolo testimonia la drammaticità della vita delle donne cadute nelle case chiuse e la loro posizione verso la Legge 75, che portò alla chiusura delle case di tolleranza. La testimonianza è resa grazie alle lettere che queste donne scrissero alla senatrice Merlin, lettere che poi vennero incluse in un libro-raccolta epistolare dal titolo Cara senatrice Merlin: lettere dalle case chiuse, che ha ispirato il regista nella creazione di questo spettacolo. Fragili, dure, arrese, impaurite ma soprattutto oneste. Queste le parole che più spesso ricorrono nelle numerosissime lettere inviate dalle “signorine” alla senatrice Lina Merlin prima che promulgasse la tanto controversa legge 75 del 1958. L’incontro con la vita e la verità di queste donne, attraverso il loro racconto epistolare, è la chiave di lettura di questo racconto, libero da qualsiasi tipo di opinione politica ma attento alla poesia velata nascosta dietro la sofferenza.

Lo spettacolo andrà in scena prossimamente in nuove date e città: in particolare nella provincia di Lecco, il 24 giugno a San Michele al Barro di Galbiate, nella rassegna “Teatro tra natura e cultura”, nata tre anni fa dalla collaborazione tra la Compagnia del Lago e l’ente Parco Monte Barro, dall’idea di Elisabetta Molteni, direttrice della compagnia e del presidente del Barro, Federcio Bonifacio, che sono intervenuti a fine spettacolo per annunciare la rassegna del prossimo giugno al Barro.

Le prossime date delle repliche in Lombardia saranno pubblicate sul sito www.compagniadellago.org e sulla pagina Facebook Compagnia del Lago Teatro.

Pubblicato in: Città, Cultura, Galbiate, Hinterland, News, Teatro Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati