0

LECCO: IN CONSIGLIO SILEA,
LEUCI, CAMPO BIONE, BIBLIOTECA
E DUE “CASI AMBIENTALI”

LECCO – Una panoramica dei temi caldi della città, il consiglio comunale di ieri sera, il primo con il nuovo segretario in supplenza Sandro De Martino, durante il quale le opposizioni hanno chiesto all’amministrazione chiarimenti su diversi punti.

leuci dittaDopo il ricordo che l’ex sindaco Lorenzo Bodega ha dedicato a Marisa Bonacina, ex consigliera comunale recentemente scomparsa, è Virginio Brivio a dare comunicazioni: “L’assemblea intercomunale di Silea con il voto favorevole di tutti i comuni presenti, ad eccezione dei 14 astenuti, ha approvato l’atto di indirizzo sul teleriscaldamento che abbiamo votato in questo consesso ad aprile. Sul timore amianto alla Leuci invece – prosegue il sindaco – nonostante il sollecito all’Ats il sopralluogo sul sito non è stato ancora effettuato”.

L’ex storica azienda è al centro anche dell’interrogazione posta da Alberto Anghileri, Con la sinistra cambia Lecco: “La Leuci ha un debito nei confronti del Comune di circa 800mila euro per il mancato pagamento delle imposte comunali, perché non vengono riscosse? Si aspetta che diventino crediti inesigibili?”. “Quando un contribuente non paga spontaneamente i suoi debiti si procede tramite avviso di accertamento – spiega l’assessore Anna Mazzoleni – e poi alle procedure di riscossione attiva, che non è però detto diano esito positivo”.

biblioteca-pozzoli-leccoEd è ancora Anghileri a puntare l’attenzione su un altro scoglio dell’amministrazione: “La cooperativa che aveva vinto il bando per la gestione della biblioteca è fallita, licenziando i dipendenti i quali tra l’altro, tutti laureati, guadagnavano meno di cinque euro netti all’ora, adesso?”. “Gli appalti vengono fatti nel rispetto delle norme contrattuali – chiarisce il primo cittadino –, dopo la situazione che si è venuta a creare, abbiamo deciso di rivolgerci alle altre aziende dell’appalto e sono in atto i primi contatti. Chi subentrerà naturalmente lo farà alle condizioni contrattuali vigenti al momento dell’appalto”. Anche se pare che le cooperative sentite abbiamo già evidenziato che il servizio è difficilmente gestibile con le risorse economiche attualmente previste.

La Lega nord con Cinzia Bettega chiede “notizie certe e precise sulla tempistica dello sfollamento dell’area del Bione che, oggi riservata all’ospitalità dei migranti, è destinata alla costruzione della caserma dei vigili del fuoco”. “Ci sarà una riunione in Prefettura nei prossimi giorni per decidere il da farsi” risponde l’assessore Riccardo Mariani.

Massimo Riva Movimento 5 stelleÈ invece il grillino Massimo Riva a porre l’attenzione su due “casi ambientali” che hanno recentemente interessato la città: “C’è un’area di via Caduti di Fossoli che è diventata una discarica a cielo aperto, ormai la situazione è imbarazzante per il rione e sta diventando un pericolo sanitario per i cittadini”. “Si tratta di un’area privata – spiega l’assessore Gaia Bolognini – che è stata tuttavia attenzionata da diversi settori, ma mancavano i presupposti per emettere un’ordinanza. Terremo la situazione monitorata”.

“Il mercato europeo è stata una bella manifestazione, ben organizzata fino a quando si è trattato di smaltire i rifiuti – chiosa ancora il consigliere 5 stelle – io mi aspetto una gestione dei rifiuti molto più rigorosa e carico degli espositori che hanno fatto lauti incassi”. “Nessuno immaginava una così alta affluenza alla manifestazione – precisa l’assessore Ezio Venturini – lo svuotamento dei cestini è stato potenziato per l’occasione ma non è stato sufficiente”.

Manuela Valsecchi

 

Pubblicato in: Ambiente, Città, Cultura, Economia, News, politica Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati