LECCO, IN CONSIGLIO LA GRANA
DEI PARCHEGGI. LA SOLUZIONE:
“AGGIUNGEREMO PIANTE”

LECCO – Il consiglio comunale di questa sera si apre con una polemica. L’oggetto della diatriba? I parcheggi recentemente realizzati in via Cavour e piazza Garibaldi. Il consigliere Cinzia Bettega non esita a definire l’intera operazione “un vero e proprio pugno nell’occhio”. E sottolinea: “L’intero progetto è stato presentato come necessario, ma tutto questo non corrisponde alla realtà: la valanga di ricorsi per le multe assegnate in centro città dalla polizia locale che avrebbe dovuto causare lo scempio delle strisce bianche, non esiste. Non c’è nessun nesso tra le due cose”.

Interviene causticamente anche il consigliere Giovanni Colombo per la Lega Nord: “Lecco ha stabilito un nuovo record. Non solo è l’unico capoluogo in Lombardia in cui la stazione non è raggiungibile in automobile, ma è anche diventato l’unico capoluogo con centro pedonale che è diventato un parcheggio”. E chiude: “Vi faccio una proposta: almeno le strisce fatele blucelesti, come i colori del Lecco”.

Altro tema caldo riguarda il rifacimento del parcheggio in via Sassi: la realizzazione del progetto implicherebbe infatti il taglio degli alberi presenti nell’area. Interviene così il consigliere Dario Spreafico per Vivere Lecco: “Ogni volta che viene tagliata una pianta, c’è una quantità di anidride carbonica che non diventerà mai ossigeno. Cerchiamo di non rovinare Lecco: cerchiamo di non tagliare alberi ma invece di impegnarci a piantumare”. E ribadisce Bettega: “la riqualificazione prevede il taglio degli alberi ma perché non si poteva trovare una soluzione diversa? Perché per pochissimi parcheggi bisogna eliminare questi alberi?”.

La risposta dell’assessore Corrado Valsecchi: “Bisogna considerare l’intera politica dei parcheggi che l’amministrazione sta portando avanti: abbiamo acquisito il Broletto sud, stiamo aprendo il Broletto nord, stiamo cercando di razionalizzare l’area di via Parini, abbiamo sistemato via Nullo. C’è un disegno complessivo perché vogliamo rendere i parcheggi più moderni ed efficienti per una città che vuole essere turistica”. Sulla questione degli alberi precisa: “Nel progetto complessivo delle aree di parcheggio in città le piante verranno aumentate. In via Sassi il progetto comporta il taglio dell’olmo perché sia garantita la sicurezza di pedoni e automobili ed una mobilità maggiore a chi viene in centro. Io non voglio abbattere nulla, ma devono essere garantite compatibilità e funzionalità. Pensate che abbiamo abbattuto a cuor leggero la pianta in via Adamello? La pianta è stata abbattuta perché c’era uno stato di necessità”.

Quanto invece alla situazione di via Cavour e piazza Garibaldi, chiarisce l’assessore Francesca Bonacina: “È antiestetica, su questo siamo tutti d’accordo. Ma è stata un’operazione necessaria: per le multe ricevute ci sono stati 3 ricorsi nel 2017 e 4 nel 2018”. Ed è per evitare il probabile aumento dei ricorsi che sono stati tracciati gli stalli: questi infatti permettono di valutare con totale chiarezza le eventuali inadempienze degli automobilisti. L’assessore poi ribadisce: “Non sono stati aggiunti nuovi posti auto, rispetto a quelli di prima. Il numero degli stalli è lo stesso già in vigore dopo il riordino della ZTL”.

Ileana Noseda

 

Pubblicato in: politica, Viabilità, Città, Economia, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati