0

LECCO IERI & OGGI XVI:
LA CASA DI LUCIA AD OLATE

LECCO - ”Dominato da questi pensieri, passò davanti a casa sua, ch’era nel mezzo del villaggio, e, attraversatolo, s’avviò a quella di Lucia, ch’era in fondo, anzi un po’ fuori. Aveva quella casetta un piccolo cortile dinanzi, che la separava dalla strada, ed era cinto da un murettino. Renzo entrò nel cortile, e sentì un misto e continuo ronzìo che veniva da una stanza di sopra”. (Alessandro Manzoni, I Promessi Sposi, Capitolo II).

CASA DI LUCIA - OLATEIn questo episodio della rubrica Lecco Ieri & Oggi parleremo, come si capisce dall’incipit, di un altro di quei luoghi “Che si è usi chiamare manzoniani” e che da sempre è oggetto di discussione tra gli abitanti dei rioni di Olate e di Acquate: si tratta appunto della Casa di Lucia o meglio, della via di Olate in cui è posta una delle due presunte case di Lucia.

La cartolina del 1919 ci presenta un scorcio molto interessante della zona negli anni ’20, e possiamo notare alcune differenze rispetto ad oggi: innanzitutto sull’edificio a destra nella cartolina è stato aggiunto un negozio al piano terra, assente all’epoca, proseguendo si vede chiaramente la svolta verso l’attuale via Marsala e il muro di cinta dell’asilo delle suore e che allora era probabilmente una villa.

Guardando invece sul lato sinistro, su entrambe le foto, balza all’occhio la piccola tettoia in legno sopra all’arco di ingresso del cortile della presunta casa di Lucia, che è intatto, mentre l’edificio più in primo piano nella cartolina si è modificato perdendo innanzitutto il cortile cintato (anch’esso in primo piano) su cui è stato approntato un terrazzamento ed è stato edificato un condominio con negozi. Sullo sfondi di entrambe le immagini fa bella mostra di sé uno scorcio della chiesa di Olate di cui abbiamo già trattato.

Un’ultima differenza simpatica da segnalare riguarda la vita e gli usi delle persone: la cartolina mostra che nel ’19 la strada sterrata era utilizzata solo per il passaggio di qualche carretto (all’epoca largamente diffusi), oggi la strada appare invece quasi “aggredita” dalle automobili – che negli anni Venti facevano la loro prima comparsa ed erano un bene che pochissimi potevano permettersi.

A.G.

La casa di Lucia ad Olate, 1919

La casa di Lucia ad Olate, 1919

La casa di Lucia ad Olate, 1919

La casa di Lucia ad Olate, 1919

Cartoline d’epoca tratte da Gigi Amigoni, Antichi Borghi di Lecco nelle cartoline di inizio secolo, Calolziocorte, Amigoni G., 1996; foto di Lecconews.lc

 

Pubblicato in: Città, Cultura, Lecco ieri&oggi, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati