0

LECCO IERI & OGGI N°134:
VIA CAVOUR VISTA DA PIAZZA DIAZ

VIA CAVOUR VISTA DA PIAZZA DIAZ - LECCOLECCO – Restiamo in centro Lecco per il 134esimo episodio della nostra rubrica Lecco Ieri & Oggi e in particolare andiamo ad osservare lo scorcio di via Cavour visto dal Municipio.

Per questo particolare scorcio abbiamo recuperato due cartoline: la prima datata 1901, mentre la seconda 1913. Anche se tra le prime due immagini le differenze sono misere, se ne possono trovare comunque alcune: l’edificio sulla sinistra, che a inizio Novecento era un ristorante, il Corona, nel 1913 era diventato l’albergo Corona con tanto di grande insegna, non più dipinta sul muro, ma in ferro e appesa a sbalzo sulla piazza. Un’altra differenza, molto più sottile, e forse poco visibile, è la scomparsa dell’elevato quantitativo di pedoni sulla strada; la questione è molto semplice: nel 1901 il centro di Lecco era ancora trafficato solo da carretti e da carri a traino animale, mentre già nel ’13 iniziavano a comparire le prime auto e la strada era divenuta carrozzabile.

Il salto poi, secolare, tra il 1913 e oggi, è meno incisivo di quanto ci si aspetterebbe. L’edificio dell’albergo è rimasto lo stesso cambiando solo alcuni dettagli, mentre al piano terra è presente un bar. Come per tutta la lunghezza di via Cavour il piano terra, oltrepassato l’albergo, è dedicato ad attività commerciali. Anche l’edificio sulla destra è stato ristrutturato. La stessa piazza Armando Diaz è cambiata diventando zona a traffico limitato, come del resto tutto il centro città.

Andrea Granata

Via Cavour vista da Piazza Armando Diaz, Lecco, 1901

Via Cavour vista da Piazza Armando Diaz, Lecco, 1901

Via Cavour vista da Piazza Armando Diaz, Lecco, 1913

Via Cavour vista da Piazza Armando Diaz, Lecco, 1913

Via Cavour vista da Piazza Armando Diaz, Lecco, 2017

Via Cavour vista da Piazza Armando Diaz, Lecco, 2017

 

Cartoline d’epoca tratte da Gigi Amigoni, Lecco 1900: un saluto in cartolina, Calolziocorte, Amigoni G.; foto di Lecconews.lc

 

 

 

Pubblicato in: Città, Cultura, Lecco ieri&oggi, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati