LE ASSOCIAZIONI (O QUASI):
LE ZABETTE DELLA PRO LOCO

OGGIONO – Ogni mercoledì parliamo di associazioni o gruppi che stanno per diventarlo. Se volete raccontare le vostra esperienza scriveteci a redazione@lecconews.lc.

Questa settimana abbiamo intervistato Giorgio Magni, presidente del gruppo “Le Zabette” di Oggiono.

Chi siete? le zabette (1)
Anche se la nascita del gruppo “Le Zabette” è stata proprio casuale, facciamo comunque parte dell’associazione Pro Loco di Oggiono. Il nostro gruppo è composto da 18 persone che organizzano esibizioni in dialetto: il nostro repertorio è fatto di brevi scenette comiche, sempre riferite “ai bei temp indree”, ai canti popolari delle nostre campagne o dell’ ambiente delle filande.
E perchè proprio “Zabette”? Perchè, come le zabette di un tempo, vogliamo raccontare e tramandare fatti, belli e brutti, del nostro recente passato.

le zabette (3)Cosa fate?
Cerchiamo in questo modo di rievocare fatti e modi di vita già sperimentati da chi ci ascolta: ci fa molto piacere, anche se il canto non viene come noi l’avevamo preparato, quando anche il pubblico, si mete a cantare con noi! Quando andiamo dagli anziani nelle case di riposo è bello vedere sorrisi ai nostri lazzi o occhi luccicanti alla lettura di qualche poesia. Tuttavia le  nostre esibizioni non si limitano a questo: abbiamo avuto la fortuna di esibirci in qualche teatro o in manifestazioni all’aperto e anche nelle scuole dove proponiamo filastrocche, canzoni e poesie rigorosamente in dialetto ..

Quando siete nati? le zabette (6)
Abbiamo iniziato in questo modo: parecchie volte, ma soprattutto il pomeriggio del Giovedì di carnevale si andava, mascherati, a fare visita alla locale casa di riposo. Durante una di queste visite, un’animatrice ci chiede di cantare qualche vecchia canzone che anche gli ospiti potessero conoscere in modo da rendere più di effetto la nostra visita. Così facemmo e col tempo, ci venne l’idea di rappresentare qualche piccola scena, preparando di conseguenza un breve copione. L’animatrice passò quindi la voce ad altre strutture e così via cominciammo a farci conoscere.

le zabette (8)Come è nata questa passione?
Il nostro intento, oltre che portare allegria  e sorrisi, è quello di conservare tradizioni e un linguaggio che si va, per molteplici ragioni, piano piano perdendo. Agli inizi, quando ho proposto quest’iniziativa, tutti gli interpellati, invariabilmente, rispondevano con un corale: «Mee? No no, e go vergugna! Propi mee!, Ul teater??? e so mia buna!»  e via di questo passo.
Ora ” la vergugna” è passata. E’ rimasta la voglia di dare e ricevere gratitudine.

Cosa consiglieresti a chi si avvicina per la prima volta al vostro le zabette (11)gruppo?
Chi vuole far parte del nostro gruppo  può  semplicemente presentarsi il mercoledì sera presso la sede della Pro Loco oppure telefonare, sempre in sede, per avere maggiori informazioni. Preciso che non serve essere attori o altro, serve solo essere disponibili, pazienti  e, soprattutto, pronti e rassegnati a diventare……. “Zabette”!

Quali sono i vostri programmi futuri?
L’idea di sorridere e far sorridere si è talmente radicata nel gruppo che è un continuo stimolarmi a cercare posti dove esibirci e preparare nuovi copioni. Oramai siamo “in pista” e, fin che possiamo, nessuno ci ferma! Ciao a tutti….e ricordiamo che “Zabette” si nasce, ma con noi, si può anche diventare!

SCHEDA
Nome: Le Zabette
Luogo: Oggiono, Via Bersaglio
Anno di Fondazione: 2010
Tipologia: Gruppo teatrale in dialetto
Soci: 18
Contatti:  0341/578928 – proloco.oggiono@libero.it – www.facebook.com/zabette.dellaproloco – zabette-oggiono.blogspot.it

 

 

Pubblicato in: Cultura, In vista, Associazioni, Hinterland, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati