LE ASSOCIAZIONI (O QUASI):
LE DANZE DI “BALLATELLA”

LECCO – Ogni mercoledì parliamo di associazioni o gruppi che stanno per diventarlo. Se volete raccontare le vostra esperienza scriveteci a redazione@lecconews.lc!

Questa settimana abbiamo intervistato Piera Villa, presidente dell’associazione “Ballatella: Danze, Suoni e Tradizioni della Memoria” di Lecco.

Chi siete? 15 febbraio_Bagolino15
“Ballatella” deriva dall’accezione popolare di “ballata” e si riferisce sia all’atto del ballare sia al cantare per il ballo.
E’ un’associazione no profit; i soci 2014-15 sono 94: coloro che frequentano la quasi totalità delle iniziative sono una trentina, altrettanti coloro che ballano ai nostri concerti; tutti gli altri, assecondano i propri interessi con i concerti e uno o due corsi l’anno.
Ci piacerebbe avere a disposizione una struttura per ballare con una buona acustica e il parquet, uno spazio senza orari rigidi in cui si possa anche chiacchierare bevendo qualcosa, ma Lecco non possiede edifici pubblici con queste caratteristiche. Abbiamo dovuto adattarci e chiedere diverse sedi, cioè affittiamo più sale in base al bisogno e all’offerta.

1012623_617983494879592_1732048279_nCosa fate?
Ballatella è nata per diffondere, attraverso la formazione amatoriale, la conoscenza e la pratica della danza popolare, tradizionale, folk. L’associazione vuole inoltre favorire la conservazione di questo patrimonio storico e tradizionale, valorizzando il lavoro di ricercatori, portatori della tradizione, musicisti e l’opera divulgativa dei loro allievi, proponendosi come ponte di collegamento fra il pubblico e gli esperti del settore.
Organizziamo corsi e stage con insegnanti qualificati, chiamiamo musicisti della zona per creare momenti di festa e consolidare i repertori appresi, invitiamo musicisti e insegnanti tradizionali dai luoghi dove la musica e i balli sono ancora praticati.
Attraverso la festosità della cultura popolare in una esplosione di ritmi, suoni e colori, si potrà scoprire il piacere della danza
Attraverso i concerti/conferenza con filmati, cerchiamo di curare la qualità dell’ascolto, la testimonianza di quanto si è appreso e conosciamo i personaggi chiave della storia tradizionale. Fissiamo degli incontri di ballo libero con cene collettive per consolidare i repertori e favorire la socializzazione . Ci piacerebbe collaborare con realtà simili come in passato. Abbiamo formato molte insegnanti e animatrici della scuola dell’obbligo con proposte a loro dedicate.

Quando siete nati? Festa a Parè ottobre 2014
L’atto costitutivo dell’Associazione Ballatella Danze, Suoni e Tradizioni della Memoria, è del 2001. I soci fondatori facevano parte di un’altra associazione culturale che si occupava e ancora si occupa, di danze tradizionali e folk, ma con il tempo avendo sviluppato interessi diversi, decidemmo di fondare una nuova associazione. Ci siamo documentati intervistando diversi membri di associazioni e gruppi italiani che svolgono con contenuti e metodologie differenti, il tema a noi caro, per formare un gruppo capace di coinvolgere le persone e insieme conoscere, attraverso il ballo, che cosa è la cultura tradizionale e quanto di essa oggi si possa recuperare.

Ciranda novembre 2014Come è nata questa passione?
Per caso: “… e se ti capitasse un giorno di avvertire suoni vagamente conosciuti, seguili, perché potresti ritrovare le danze antiche delle genti. E se, avvicinandoti con la punta del piede, entrerai nel cerchio … meraviglia, saprai di non essere solo”.
Il ballo è una forma di comunicazione non verbale, che utilizza il corpo, come forma espressiva. Il ballo aiuta a liberare tensioni ed emozioni, mentre conduce la mente a seguire la danza. La danza è un esercizio fisico in grado di potenziare e tonificare la muscolatura, aumentare la capacità cardio-respiratoria.
La danza è strumento d’educazione e di conoscenza che aiuta ad esprimere le sue valenze ludiche, pedagogiche e formative del corpo e della mente.

Cosa consiglieresti a chi si avvicina per la prima volta al vostro gruppo?
Ballare è soprattutto: ascoltare la musica, muoversi nello spazio, in coppia e insieme ad altri ballerini. Tutto questo non è semplice, ma attraverso l’insegnamento qualificato e la pratica si possono raggiungere traguardi impensabili: la fiducia in se stessi e i compagni.
Per essere soci si compila una scheda d’iscrizione; l’associazione si auto finanzia attraverso le quote dei soci. Tutti possono partecipare basta mettersi in gioco.

Copia di Pieghevole SET'14pg2-FQuali sono i vostri programmi futuri?
Desideriamo continuare le attività auspicando una maggior partecipazione dei soci alle scelte e alla realizzazione del programma in base agli interessi, al confronto e alla condivisione.
Sarebbe interessante creare un coordinamento tra i gruppi e le associazioni che si adoperano per lo stesso argomento, unendo le forze senza sovrapposizioni di eventi, magari identici.

 

 

Chiara Vassena

SCHEDA
Nome: Ballatella
Luogo: Lecco
Anno di Fondazione: 2001
Tipologia: Ricreativa
Numero iscritti: 94
Contatti: ballatella@gmail.comwww.facebook.com/Ballatella – 335 6939059

 

 

 

Pubblicato in: Cultura, Associazioni, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati