0

LARIO RETI, BILANCIO APPROVATO. CONFERMATO IL DIVIDENDO
DI TRE MILIONI AI COMUNI SOCI

lelio-cavallier-1LECCO – Approvato il bilancio 2016 di Lario Reti Holding. Si tratta del primo bilancio per la società dall’inizio della sua attività di
gestione del Servizio Idrico Integrato sull’intera provincia di Lecco.

“L’affidamento ventennale del servizio, ottenuto al 1° di gennaio 2016 – spiega Lelio Cavallier, presidente del consiglio di amministrazione di Lario Reti – chiude un periodo durato cinque anni, contrassegnato da affidamenti provvisori, e costituisce il presupposto per avviare interventi virtuosi dedicati al miglioramento del servizio sul territorio e ad avviare gli investimenti necessari per l’ammodernamento delle infrastrutture.”

L’utile netto d’esercizio della società si attesta a 7,2 milioni di euro dopo aver rilevato imposte correnti per 2,2 milioni ed aver effettuato ammortamenti e accantonamenti al fondo svalutazione crediti per complessivi 2,7 milioni. L’utile conseguito risente dell’apporto dei dividendi erogati dalle società controllate (ACEL Service e Lario reti gas) e partecipate (AEVV Energie) nella misura, al lordo della componente fiscale, di 4,6 milioni di euro.

I ricavi conseguiti ammontano nell’esercizio a 49,5 milioni e sono costituiti prevalentemente dalla tariffa spettante al Gestore per le attività del Servizio Idrico Integrato. Gli investimenti realizzati nei 2016 sono stati pari a 12,5 milioni, con concentrazione significativa nei settori della depurazione e delle manutenzioni straordinarie. “Con un patrimonio netto di 65,7 milioni di euro e una capacità di autofinanziamento gestionale di circa 10 milioni, – commenta Cavallier – la società si presenta con una struttura patrimoniale solida e capace di generare i flussi di cassa necessari ad affrontare i futuri impegni, a partire dai 20 milioni di investimenti programmati nel 2017”.

Per quanto riguarda i dividendi, la proposta approvata dall’assemblea ha riguardato i soli proventi dalle controllate ACEL Service e Lario reti gas, nonché dalla partecipazione in AEVV Energie. Secondo lo Statuto della società, infatti, i risultati della gestione del Servizio Idrico non possono essere distribuiti perché destinati interamente al sostegno di nuovi investimenti su reti e impianti. “La nostra proposta è stata quella di mantenere il dividendo del 2015, pari a 3 milioni. L’assemblea ha approvato la proposta con due sole astensioni, – conclude Cavallier – destinando inoltre parte dell’utile proveniente da controllate e partecipate al rinnovo degli impianti idrici; un segnale importante del cambiamento iniziato con l’affidamento ventennale”.

I soci di Lario Reti Holding hanno inoltre deliberato che, nel corso dell’assemblea di luglio, si discuterà il rinnovo del contributo al Sistema Bibliotecario del Territorio Lecchese per un importo di 125mila euro, pari a quanto già finanziato nel corso del 2017.

Relativamente ad alcuni articoli recentemente pubblicati dai media, l’azienda fa infine alcune precisazioni circa la nomina del Collegio Sindacale ed al futuro delle controllate ACEL Service e Lario reti gas: “È stata depositata una sola lista per la nomina del Collegio Sindacale, approvata dall’assemblea a larghissima maggioranza: Luigi Galbusera (Presidente), Daniela Paruscio (Sindaco Effettivo), Alberto Sala (Sindaco Effettivo), Lucilla Dodesini (Sindaco Supplente), Maurizio Bertarini (Sindaco Supplente)”. Riguardo al futuro delle controllate ACEL Service e Lario reti gas, viene precisato che “non vi è stata, nel corso dell’assemblea del 23 giugno, alcuna discussione in merito”.

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in: Città, Economia, Hinterland, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati