L’APPALTO DELLE POMPE FUNEBRI
INGUAIA IL SINDACO DI CANTÙ.
ADESSO AROSIO DOVRÀ LASCIARE

Edgardo-Arosio-1CANTÙ – Infondato l’appello alla sentenza che giudicava incompatibile il sindaco di Cantù Edgardo Arosio. I magistrati di Roma hanno deciso, sottoscrivendo quanto già affermato a febbraio dal tribunale amministrativo di Milano in seguito alla vertenza che condizionava il futuro del primo cittadino della città al consorzio di pompe funebri Zanfrini, di cui è titolare il fratello Armando Arosio.

> CONTINUA A LEGGERE su
link-canturino

 

 

Pubblicato in: Dal mondo, politica, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati