0

L’AIROLDI E MUZZI RICORDA
L’ O.S.S. GRAZIELLA BOLOGNIN,
LA DONNA TRAVOLTA DAL TIR

graziella bolognin tirLECCO – La donna che ieri è stata travolta mortalmente da un tir a Vercurago all’altezza del semaforo che c’è all’incrocio tra via Roma e via IV Novembre, era Graziella Bolognin, 60 anni, residente lì in paese e operatrice socio-sanitaria all’Airoldi e Muzzi di Lecco.

Il ricordo di Rosaria Bonacina, vice presidente dell’istituto:”La tragedia personale toccata in modo assolutamente inatteso a Graziella Bolognin ci segna come Istituti Riuniti Airoldi e Muzzi. Da circa dieci anni Graziella lavorava come operatrice socio-sanitaria al nucleo abitativo Resegone, al sesto piano. Era una persona semplice e sensibile, apprezzata dagli ospiti e dai colleghi. Alla famiglia di Graziella siamo particolarmente vicini dal momento che, presso i nostri Istituti, lavorava anche la figlia Gabriella. A lei e a tutti i familiari vogliamo esprimere le nostre più sentite condoglianze. Ricorderemo Graziella mercoledì 5 aprile alle 14.30 con la celebrazione di una santa messa nella chiesa degli istituti“.

 

 

 

 

Pubblicato in: Città, Hinterland, Nera, News, Vercurago Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati